PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Simulazione di equilibrio

Sto bene
e il mio bambino interiore
vestito col grembiulino di scuola
dondola serenamente
su di un'altalena
con le corde attaccate
a una nuvola rosa
a trenta metri da terra.
Ad un tratto
un uomo di mezza età
ben vestito
con un borsalino in testa
ed occhiali scuri
mi guarda dal basso
e mi grida
"Bambino, hai visto
l'arcobaleno nero?"
Alla sua domanda
alzo gli occhi al cielo
e sento le mani che lentamente
prive di forza
rapite al richiamo
allentano la presa sulle corde
facendomi cadere nel vuoto.
Prima di toccar terra
dal suolo si apre lesta
una botola grigia.
Ci passo attraverso
ed il mio volo lentamente
da verticale si trasforma
in orizzontale,
rinchiuso in una capsula di vetro
percorro alla velocità del suono
un viale costeggiato da pioppi
che si rincorrono mestamente.
Alla fine del viale
una porta bianca
appare dal nulla
e sul nulla si spalanca.
Vi passo attraverso
e lentamente la mia corsa si ferma
in una stanza bianca
che gira su se stessa
intrappolato tra le pareti
del mio cervello.
Sto bene...

 

1
7 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

7 commenti:

  • Alessandro Moschini il 13/09/2010 19:34
    Grazie Yle e Loretta. Vi abbraccio.
  • ylenia 2010 il 13/09/2010 15:49
    MOLTO BELLA ED ORIGINALE!! COMPLIMENTI
  • loretta margherita citarei il 12/09/2010 15:36
    bello il dialogo con il bambino interiore, originale
  • Alessandro Moschini il 12/09/2010 12:36
    Grazie mille a tutte... nella poesia ho voluto descrivere il malessere di un uomo che sta impazzendo. "Sto bene" è in senso schizzofrenico in contrasto con il malessere espresso dal resto della poesia. Simula un equilibrio che non c'è. Ci sono dei rimandi ad un'infanzia violata che esordiscono nella poesia. È vero Manu ci sono passaggi volutamente inquietanti descritti come mi sono apparsi nella mia testa.
  • carmela marrazzo il 12/09/2010 11:36
    gli adulti non sanno sognare! Lascia che il fanciullino dentro te possa volare, non ingabbiarlo nella razionalità.
    piaciuta molto.
  • Daniela Di Mattia il 12/09/2010 10:17
    Non aver paura... e spicca il tuo volo.
  • Manuela Magi il 12/09/2010 08:55
    Ci sono dei passaggi inquietanti.
    Il tuo sogno è statico nonostante il movimento del volo.
    Piaciuta, ciao e buona domenica.