accedi   |   crea nuovo account

All'improvviso l'uragano non Hodgkin

All'improvviso il cielo limpido e sereno
si ricopre di nubi,
cirri tempestosi incombono su noi,
l'aria si fa gelida e l'uragano investe
le nostre menti e il cuore.
Mi guardi con gli occhi tuoi dolcissimi
prendendomi le mani sorridendo,
riconosco lo sguardo
lo stesso di quando annunciasti la malattia
dei nostri genitori e dei nostri fratelli,
la bestia ha preso anche me
con la stessa ferocia,
ma io la stanerò... vedrai ce la farò.
Non c'è rabbia nelle tue parole
nei tuoi gesti precisi e sicuri,
un abbraccio forte e pieno d'amore
ci sostiene rievocando la nostra forza.
Ti guardo andare via,
sorridi di nuovo
avvolto nella speranza, nell'intelligenza
a cui solo ad un uomo di fede è concessa.
Mi chiudo la porta alle spalle,
la fitta pioggia diventa tempesta,
l'acqua mi arriva alla gola...
ed io mi sento soffocare.
L'azzurrità che mi aveva avvolto da tempo
diventa fango e pece, tutto scompare
"ed è di nuovo notte".

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

16 commenti:

  • Dolce Sorriso il 06/10/2010 10:25
    un abbraccio a tutti,
    grazie di cuore.
  • Don Pompeo Mongiello il 06/10/2010 08:30
    La Speranza, che è l'ultima a morire, come diceva un grande Uomo slovacco, ci accompagna tenendoci per mano lungo i tortuosi sentieri della nostra esistenza. Complimenti per la poesia!
  • Fabio Mancini il 06/10/2010 08:10
    Anche nella notte più buia, brilla uno spiraglio di Luce. Il senso delle cose, va oltre l'apparenza e la fisicità. Un bacio, Fabio.
  • nicoletta spina il 05/10/2010 22:45
    Cara Anna, non passavo da tempo e ora trovo questa tua.
    Hai saputo dare dolcezza al dolore...
    con bellisime parole.
    Un abbraccio forte.
  • Ada FIRINO il 04/10/2010 11:42
    Lacrime che scorrono dentro (come dice Umberto) e fuori, dolce Anna, senza vergogna. Un colpo al cuore questa poesia, di una struggente malinconia e dolcezza insieme.
    "ed è di nuovo notte". Terribile! Il mio cuore è con te, così pure la mia stima per chi sa scrivere dei versi così toccanti.
  • Anonimo il 30/09/2010 17:45
    Brava, triste ma molto intensa...
  • angela ambrosini il 28/09/2010 15:28
    triste strggente parole che colpisco fin dentro l'anima. bellissima
  • Giacomo Scimonelli il 13/09/2010 19:32
    solo silenzio... rispetto x dei versi struggenti... dei versi che entrano e stravolgono l'anima di chi legge... bellissima nella sua tristezza
  • Donato Delfin8 il 13/09/2010 13:01
    Ti abbraccio forte forte.
  • Anonimo il 13/09/2010 09:50
    Le parole non servono, ma ti faccio dono della lacrima che mi scorre dentro...
    L'abbraccio di un amico...
  • Cinzia Gargiulo il 12/09/2010 18:22
    Non ho parole.
    Ti abbraccio forte...
  • francesca cuccia il 12/09/2010 18:15
    Grande poesia dolce sorriso, complimenti, un abbraccioFrancy.
  • Anonimo il 12/09/2010 18:13
    Disarmante.
    Bella, bella.
  • Anonimo il 12/09/2010 16:05
    poesia molto bella e cuore molto grande ciao Salva.
  • Giuseppe Amato il 12/09/2010 14:37
    Ho votato il tuo sfogo con il massimo della partecipazione... ho scritto anch'io in camera sterile non capendo bene se il"non Hoc" fosse meglio o peggio... ho pregato senza fede, ho visto negli occhi degli altri lacrime represse... il sangue, il filtro, le staminali, le ore interminabili di un'ansia spalmata nel tempo... tac, super tac.. pet per essere qui e partecipare da fuoriuscito al tuo sfogo... unica possibilità di intima sopra vivenza
  • loretta margherita citarei il 12/09/2010 13:02
    la solidarietà nella condivisione rompe l'attimo dell'angoscia, bellissima

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0