PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Terra

Terra aspra, selvaggia, priva.
Distilla succhi di bellezza riversi in mare
da innumeri fredde, nascoste fonti.
Senti sul labbro
l'asprezza del melograno
Cogli a punta di dita
lo scuro gonfiore delle more
Prendi a pelle aromi di salvia
Ruba e usa fichi maturi
piccoli, dolci scrigni d'accesa bontà
onde poter dire
Ti ho conosciuta, terra selvaggia

 

1
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Anonimo il 15/04/2012 12:08
    Un canto, un inno d'amore alla propria terra. ***** Franco
  • Dolce Sorriso il 09/10/2010 23:39
    molto bella... concordo con Cinzia.
    Bravoooooo
  • Cinzia Gargiulo il 19/09/2010 00:29
    Odori e sapori della terra selvaggia che vengono carpiti e gustati come i frutti dell'amore.
    Bella poesia, peccato sia passata inosservata...
    Buona notte...
  • Giuseppe Amato il 18/09/2010 22:34
    Grazie è una gioia ricevere un tuo commento... perché la curiosità produce frutti e apre scoperte interessanti... questa mia "terra" è passata inosservata.. ma tu l'hai rilevata e mi fa molto piacere... terra.. è una metafora.. in realtà...
  • nicoletta spina il 18/09/2010 22:24
    I sapori della terra, aspro... dolce... aromi e profumi.
    Bella dedica alla terra selvaggia e ai suoi preziosi doni.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0