username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Per qualche giorno solo

ho cercato
nel mio sangue
il perché delle parole non pronunciate
carezze non manifestate
aiuto rifiutato.
Ho cercato di ricordarmi
il perché di questa noia pazza
la notte senza buio
tutto nel schermo.
Avevo iniziato trovare
qualcosa di me da bambino
quando era il mio nonno
a parlare di rose in giardino
Ma il vivere
ha cancellato di me tutto il vero
rimasto solo il senso
di averlo avuto anche io
una rosa per solo un giorno.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

14 commenti:

  • lupoalato maria cannavacciuolo il 26/09/2010 23:34
    perchè non mi fa pubblicare il commento????
  • lupoalato maria cannavacciuolo il 26/09/2010 23:32
    mha... io non credo di averla capita... sarà complessa oppure troppo confusionaria
  • lupoalato maria cannavacciuolo il 26/09/2010 23:31
    io... non ho capito una parola...
  • Raju Kp il 21/09/2010 19:25
    grazie del regalo Rudens!
  • Raju Kp il 21/09/2010 19:24
    grazie del regalo Rudens!
  • rudens roze il 20/09/2010 20:51
    Sono rudens roze, rosa d'autunno, a te regalo rose di maggio
  • Raju Kp il 13/09/2010 19:31
    Grazie tutti di questi commenti bellissimi. la poesia autobiografica non mia ma della persona che questa nostra societa' sta o ormai ha messo sulle strade, piene, vuote e confuse, Secondo me una parte dientro il mio essere vive senza il mio permesso per questa societa' al scopo di cancellare la parte buona.
  • Anonimo il 13/09/2010 18:41
    Vivi e piano piano tutto passa, ricominci a camminare...

    bella e profonda Raju, la tua anima si domanda e con il tempo
    avrà le sue risposte... un bacio
  • Vincenzo Capitanucci il 13/09/2010 18:33
    Quella rosa di un giorno... non si perde mai... si vive sempre in quel profumo... ha radici immortali... dell'essere...è il fuoco...

    Namaste' Rajuananda...
  • Anonimo il 13/09/2010 18:03
    Molto profonda.
  • Anonimo il 13/09/2010 17:57
    Ti capisco molto bene!
    La gioia è quanto mai effimera!
    Ottima!


    A. R. G
  • laura cuppone il 13/09/2010 16:20
    un senso che torna... dopo un giro intorno all'essere... un profumo ancora tra le mani... se si ha il tempo spirituale per guardarle.
    Raju, conosci molto meglio di me il significato d'un ripetersi senza repliche.. un sempre nel tempo.. come filo sospeso e trasparente...
    avrai la forza di afferrarlo perchè in te é la volontà d'amare... e amare desidera vivere.

    Namasté

    Laura
  • I. mpersonale F. ottuta-mente il 13/09/2010 14:41
    anche se ora il mondo sembra crollarti addosso passa un po' di tempo a toglierti di dosso la polvere ed i resti di calce ma inizia a guardarti dentro con nuovi occhi. Ti chiedi se solo per un giorno hai avuto una rosa... questo non ha importanza!! Oggi tu puoi vederla, averla questa rosa, questa felicità e il modo come farlo lo sai già! Da solo ti sei dato una risposta in questi versi! Non chiuderti in te stesso, prometti a te stesso che non ci saranno più nella tua vita "parole non pronunciate, carezze non manifestate o aiuto rifiutato". Parla, ama, aiutati ed aiuta gli altri. Ed anche se fuori il mondo sembra non risponderti, non amarti, fregatene!! Riscopri il bambino che è in te, godi delle piccole cose e fallo per te stesso. La felicità è un atteggiamento, un tuo sentire che è soltanto tuo e nessuno può togliertelo, può negartelo!! Buona fortuna ciao ciao
  • loretta margherita citarei il 13/09/2010 14:30
    molto amara e triste, ma penso si riferisca ad un momentaneo momento di tristezza piaciuta

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0