accedi   |   crea nuovo account

Mente e cor.. oh mio dolor

Errante cavalier
Che mente mia confondi
Non esser geloso
Non conosco costui...
Soffermarmi un dì
Leggendo versi
D'un tal Sergio F...
Per la sua amata
Amore eterno
Lui dedicò
Ed il mio cor
Commosso restò...
A lui niente promisi
Anche se tenerezza
Provai
A quel triste giullar
Solo amicizia
Potei donar..
Cosicchè
Al ballo mascherato del Palazzo
lo invitai
Se le mie grazie
Dovrò donar
In cor nobile
Dovranno albergar.

 

3
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Sergio Fravolini il 15/09/2010 14:17
    ... grazie per questo bel sogno...

    Sergio
  • Laura cuoricino il 14/09/2010 13:49
    ... un sogno nel sogno: questo fate vivere e ve ringrazio con tutto il cuor!
    Bella poesia Giulietta da Verona, un romanzo a puntate, così poetico...
    Lui... hai letto cosa ti ha scritto?...
  • loretta margherita citarei il 14/09/2010 08:17
    concordo, belle le poesie di sergio, ma vedo il dramma di otello in questi versi? piaciuta molto
  • romeo DaVerona il 14/09/2010 00:53
    mia Adorata, dubiti del mio nobile cor?
    Il mio orgoglio ferito è!
    Fammi un cenno... abbandonerò la spada!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0