accedi   |   crea nuovo account

La Rossa Insegna

Operi dietro le quinte, strana creatura
aspettami in agguato e tendimi la mano,
solo allora succederà.
Strappa le pagine del mio libro, brucialo e disperdilo
e accendimi il sangue negli occhi, scottante creatura,
Crea perdizione e amaro scompiglio, vivilo, sentilo
lasciami arido ad aspettarla in questa rossa radura.
È qui che prendo distacco. È qui che svanisco devastato.
Smarrita quell'iride azzurra, ora scorre il mio animo guastato.
Come acqua torbida, innocuo stagno mi chiamasti
ma in un pozzo profondo subito dopo ti presentasti.
Invidia è l'insegna che insegna a sparire
impari a morire senza farti sentire.
Credo e temo il tuo odore, ladro e rapitore
Sento la sua schiena rivolta, vedo in Lei il mio rumore;
ma dove sei ora rovina mia, Invidia assassina? Se solo fossi carne ti dilanierei e spargerei ovunque le tue membra.
Divorato dalla rabbia aprirei le porte alla follia
aggiungerei un'altra buca nella mia dissestata via.
Stanco e irrisolto mi accomodai
Spensi la luce e lì me ne andai.

 

0
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • Anonimo il 02/05/2011 17:23
    Molto ben scritta
  • Francesco Santoro il 16/09/2010 15:48
    Grazie mille!
  • Giacomo Scimonelli il 16/09/2010 01:48
    belle le tue poesie... veramente bravo
  • Francesco Santoro il 15/09/2010 22:39
    Grazie. ^^
  • rudens roze il 15/09/2010 20:58
    Grande è la forza interiore che ti spinge a scrivere, come mosso da un vento violento, questo è percepibile in quasi tutta l'opera, così come negli ultimi due versi sento il lasciarsi andare, l'impotenza di fare, il non avere strumenti per combattere, la resa.
    bravo
  • rudens roze il 15/09/2010 20:54
    Trovo una grande forza nell'espressione iniziale, così come negli ultimi versi sento l'impotenza di fare. Piaciuta molto

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0