accedi   |   crea nuovo account

Il morso della vita

Cammino
perchè non voglio fermarmi;
cammino scalzo
stasera mi è possibile.
Cammino accompagnato
dal mare,
dalla sabbia,
dai pescatori,
dalla notte,
dallo scrosciare delle onde,
dalla voce di uno stereo lontano
e
dal cielo.
Dentro sono morto
un corpo dondolato sulla spiaggia dalle onde.
Le zanzare mi fanno sentire vivo.

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Francesco Giofrè il 29/12/2010 10:45
    Augusto accontentati... cercherò un giiorno di accontentarti!
  • augusto villa il 12/11/2010 19:26
    È bella... ma se scrivevi solo gli ultimi tre versi... sarebbe stata bellissima.
    Piaciuta. ----------------
  • Giacomo Scimonelli il 14/09/2010 22:17
    bella immagine... finale originale... piaciuta

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0