PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Alquanto Ironico

Giravolte e passi falsi
ancheggiando, ruotando, in un vortice cado.
Lo conosco come conosco il riflesso che mi sorride e mi deride.

Troppo spesso mi accorgo di fermarmi a guardare
come un'artista che rimane estasiata da una tela d'indicibile splendore
come una bimba ch'esita nel suo incubo peggiore.

Cerco semplicemente di vivere
col dubbio di cosa ciò voglia dire.

Filosofa sperduta in pensieri deleteri
eremita d'un sogno senza inizio nè fine
egocentrica corrotta dall'annullamento di sè
narcisista effimera repressa

Brucio di vita, terrorizzandomi.

Sfocata, come una foto venuta male,
eppur piena di colori.

 

0
2 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 24/06/2013 18:27
    parole in libertà che nutrono l'anima

2 commenti:

  • Anna G. Mormina il 17/09/2010 14:48
    ... un sogno senza inizio nè fine, pieno di colori... bella, complimenti!!!
  • vasily biserov il 14/09/2010 22:38
    bella domanda: cosa vorrà dire vivere? bella lirica

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0