PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Zero

Sento i tuoi occhi fissarmi
la tua bocca parlarmi
le tue mani toccarmi,
Entusiasmarmi per sempre

rivedo meraviglie eterne
lacrime d'avorio
incredibilmente
non trovano ostacoli

sono nulla, sono un re
e posso fissare il tuo viso, i tuoi occhi
senza timore, senza tempo

il brivido bollente che corre lungo la mia schiena
è così vero che nemmeno la luce del sole
può scalfirlo,
forse un rumore
mi farà ripiombare di botto
in questa realtà drammatica

che ha il vitale bisogno di sognare.

 

1
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Federica Cavalera il 22/12/2010 13:08
    anche questa poesia mi induce a pensare... quando qualcosa mi fa riflettere la reputo interessante bravo.
  • Anonimo il 22/09/2010 22:36
    Zero vuol dire tutto e niente. tanto o poco...
    Piaciuta.
    Lylly
  • loretta margherita citarei il 15/09/2010 17:27
    la zero è un numero pieno, piaciuta molto

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0