PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Uomini arcobaleno

Sono tornato a casa
da un mondo ostile.
Sono rientrato assaporando
la calda sicurezza famigliare,
il tepore del focolaio domestico,
ma è diverso da come lo lasciai.

Sono tornato a casa
da un mondo ostile,
ed ho trovato ancora odio.
La gente per le strade
a gridare pace
ma i suoi modi seminavano
guerra e insulti,
odio e divisione.

Sono tornato a casa
da un mondo ostile.
Ho provato a parlare
agli uomini arcobaleno,
raccontando
di vite salvate negli ospedali da campo,
dei bambini che correvano felici
senza il pericolo delle mine,
della speranza negli occhi della gente.
Parlavo, ma loro non capivano,
raccontavo d’amore e vita e loro sentivano
bombe e morte
e mi maledivano per la mia uniforme
nascondendosi dietro i loro vessilli,
ghermito come uno scudo,
a tenere fuori di loro
il mondo che non era dei loro colori.

Sono tornato a casa
in un mondo ostile.
Ed ho trovato nel mio riflesso
il nemico dell’uomo:
se stesso.

 

1
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Rossana Russo il 13/01/2012 19:32
    Mi hai davvero emozionata *_* complimenti
  • FAUSTA PASQUINI il 25/10/2009 16:07
    È una bellissima poesia velata purtroppo da tanta cruda verità
  • Anonimo il 12/08/2007 16:49
    Gli uomini arcobaleno sono quelli che sanno parlare di amore speciale per tutto ciò che vita, comprendo la difficoltà di vivere in questo mondo ostile e abituato alla superficialità. Secondo me gli uomini di cui tu parli non possono essere uomini arcobaleno ma uomini privi di colore. Tu sei un uomo arcobaleno capace di esprimere il vero senso della vita e dell'amare. Ciao Mauro
  • simona bertocchi il 08/04/2007 21:49
    Com'è vero Mauro. Il nemico dell'uomo è sè stesso.
    La tua sensibilità mi spiazza ogni volta che ti leggo.
    Simona
  • Ezio Grieco il 28/03/2007 08:44
    Bella, bella, bella; ancora di più se è scritto di un vissuto!
    ... e la vita intanto Va!
    Un saluto
    Clezio

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0