PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Cortigiani

Scivola
come mani di seta
una fragranza
inquieta
che sa di sciroppo
ma che sento
ruggine
mentre
ingoio

a stento


Vi guardo
cravatte cordiali
tendere mani
sorridendo
mentre vedo
le vostre ombre
armate


E intanto vi ravviate il capo
un giardino senza fiori
dove carponi
pascolano,
spettri
che brucano
plastica

E aspetto
Il giovane vento
sotto i nasi incipriati
che vi farà starnutire
fino a far colare
i vostri sorrisi
di vernice

 

2
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • augusto villa il 09/10/2013 13:16
    Salvatore dice bene!...
    Bella, bella, bella... non solo per contenuto.
    -----------
  • Anonimo il 21/10/2010 21:18
    Questa poesia è molto più profonda di quello che appare e nasconde qualcosa che mi sfugge ma che forse intuisco!
  • LUIGI CARLO ROCCO il 15/10/2010 17:33
    è un tema che hai affrontato in modo non banale con l'intelligenza delle immagini e del pensiero.
  • Verdiana Maggiorelli il 04/10/2010 19:02
    Molto apprezzata la levità quasi infantile con la quale affronti questo tema.
    Uno sguardo da Alice nel paese delle meraviglie, caustica con grazia e molto
    originale. Fantastico finale!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0