PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Ancora tu al mio risveglio

Le rondini hanno lasciato le stalle,
i sogni hanno ridato il posto alle stelle,
tra le mie mani l'ennesimo foglio,
racconta la storia del mio ultimo sbaglio,
sarà che al momento non ho a chi guardare,
sarà che oggi piove e non so dove andare,
ma ad ogni risveglio continuo a trovare te,
a sollevare il mio viso da terra e polvere,
senza mai chiedere...

se potessi farlo, lo farei,
se potessi arrendermi a quest'idea,
di un qualche cosa che risulta improbabile,
se potessi assecondare i desideri,
se potessi seguirli fino in fondo,
ti raggiungerei lo sai, senza pormi limiti...

Le redini hanno domato i cavalli,
le nubi hanno ridato il posto alle valli,
tra le mie braccia un bianconiglio,
racconta una storia per farmi star meglio,
sarà che al momento non ho a chi parlare,
sarà che senza illusioni un poeta muore,
ma ad ogni risveglio continuo a trovare te,
oasi di sorrisi in deserti di polvere,
senza mai chiedere...

se potessi farlo, lo farei,
se potessi arrendermi a quest'idea,
di un qualche cosa che risulta improbabile,
se potessi assecondare i desideri,
se potessi seguirli fino in fondo,
ti raggiungerei lo sai, senza pormi limiti...

 

1
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • ELISA DURANTE il 21/10/2010 10:51
    Poesia piena di bellissime immagini, di emozioni e di fantasia. Me la immagino con le note. I migliori cantautori sono veri poeti. Molto piaciuta!
  • Luigi Locatelli il 20/09/2010 09:14
    grazie per l'interesse.. la canzone è diluita perchè ne sto scrivendo anche la musica che appena possibile pubblicherò e devo dire che è difficile conciliare note e parole... per quanto riguarda il "se potessi" va inteso nel senso stretto del termine: "una mano è protesa verso il desiderio e l'altra tenuta ferma dal raziocinio nel mezzo la mia anima in conflitto"...
  • Giacomo Scimonelli il 18/09/2010 21:56
    versi sublimi... che nascono da un cuore che ama... un cuore che non riecse a dimenticare un amoe che resterà eterno... solo chi soffre fino a questo punto può gridare al mondo :io amo... io so cosa sia il vero amore... complimenti amico mio... e x favore parliamo solo di sentimenti ed emozioni...
  • alessio lu il 18/09/2010 12:44
    Ah quando parlo di musica ecc... mi riiferisco alla tua poesia, non alla canzone degli 883, magari si poteva capire male, ciao luigi.
  • alessio lu il 18/09/2010 12:43
    Cazzo, spero proprio di non diventare cieco per qualche pippa XD, comunque la tua poesia mi piace, magari il "se potessi" mi suona un pochino banale, forse perchè mi viene in mente la canzone degli 883 "Una canzone d'amore"... Però la musica non è male, il sentimento c'è, anche le immagini seppur forse un po' troppo diluite.
  • Luigi Locatelli il 18/09/2010 09:30
    le persone si dividono in due categorie: quelle che hanno i "coglioni" per mettersi in gioco e mostrare la propria faccia; e i "coglioni" ovvero quelli che commentano o votano senza muovere critiche costruttive il lavoro di altri nascondendosi sotto falsi profili credendo di fare un dispetto e magari masturbandosi per l'eccitazione davanti al monitor; a chi appartiene a questa categoria, dico: vivi la tua vita essere inutile e fai attenzione che se continui così diventerai cieco.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0