PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Roma mia

Me ricordo
quanno
per via Boccea
annavo,
e sor Antonio
e sora Lina
salutavo
ogni mattina,
er puzzo
de pesce
ar mercato
der rione,
er fornaro
che sfornava
pane fresco
e profumato,
er gatto Batuffolo,
che mio
non era,
er bel codino
scodinzolando
compagnia
me faceva;
e tutto questo
in un'atmosfera
così incantevole,
che solo Roma
dar sapeva;
se oggi
lo stesso
è,
io vivo artrove
e non lo so.

 

0
7 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

7 commenti:

  • denny red. il 18/09/2010 23:58
    Roma è Roma, Sempre Meravigliosa!! Città. Vai tranquillo!
    Ciao Don. BELLA!!
  • Giacomo Scimonelli il 18/09/2010 22:22
    bella...
  • Mario Olimpieri il 18/09/2010 10:55
    Dolci ricordi per una Roma del passato, dove per alcuni anni son vissuto anch'io, e che non riconosco più.
  • Laura cuoricino il 18/09/2010 10:31
    Sensazioni ed emozioni legate a ricordi di Roma...
    Sei er mejo!!!
  • rea pasquale il 18/09/2010 10:14
    rimani dove sei, dammi retta.
    molto bella.
    Ciao
  • laura marchetti il 18/09/2010 08:44
    un quadro... la tua splendida poesia... miao cioè... ciao
  • Vincenzo Capitanucci il 18/09/2010 08:32
    Profumi di una città eterna.. Aromi d'Amor...

    Bravo Don..

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0