username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Uomo del mare

Il maestrale toccò
improvvisamente
con dita fredde
la tua spalla ambrata
e s'increspò la pelle
sotto la sahariana
stropicciata, di fresco lino,
color naturale.


Con sguardo fisso
guardavi lontano
quasi ad azzerare la distanza
fra te e l'orizzonte.

Quel giorno contai
quattro capelli bianchi
sulle giovani tempie,
che un ricordo
aggrottava d'improvviso.

Senza battello,
senza remo o vela,
la tua culla fu certo
presso il mare, o
l'acqua viva dei fiumi
ti fu chiara nutrice?

Non seppi mai.

Uomo venuto dal mare
subito ti battezzai
nelle mie fantasie
di donna solitaria.

Ti amai,
come se vedessi il mare
per la prima volta.

Dalle tue labbra stillava
Un miele ambrato e presto ne fui ebbra.
Oggi, però, la marina assolata
emana echi misteriosi
di voci giovanili,
ma fra tante
la tua voce non distinguo..

calma e desertica
appare la riviera
dove ieri regnasti

123

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

11 commenti:

  • carmela marrazzo il 20/09/2010 18:49
    "l'uomo venuto dal mare": già nel titolo si avverte il mistero legato a questa figura che dentro te è romasta simbolo di amore per la libertà, l'infinito della natura e del mare, luogo privilegiato della tua anima. Simbolo sul quale hai proiettato il tuo amore ideale e la tua passione di donna.
    È bellissimo il tuo poema: al fondo risuona come nenia malinconia la risacca del mare.
    bravissima!
    carmela-eos
  • anna marinelli il 19/09/2010 17:07
    cara Paola, veramente è SILLABE DI VENTO! Grazie cmq.
  • paola carovano il 19/09/2010 16:15
    complimenti! SUSSURRAMI SIBILI DI VENTO... versi da poema.
  • denny red. il 19/09/2010 00:31
    La tua assenza s'impone nel mio cielo
    come campana vuota
    che non diffonde armomia.
    Complimenti!!! Anna.

  • Giacomo Scimonelli il 18/09/2010 23:00
    piaciutissima
  • loretta margherita citarei il 18/09/2010 16:06
    piccolo poema ben scritto, mi è molto iaciuta
  • Anonimo il 18/09/2010 13:34
    Il testo è lungo ma riesce a far mantenere vivo l'interesse fino alla fine.
    Bella.
  • Sergio Fravolini il 18/09/2010 12:25
    ... la sua lunghezza sconvolge il delizioso pensiero.

    Sergio
  • Anonimo il 18/09/2010 11:49
    poesia bellissima piaciuta
  • Salvatore Ferranti il 18/09/2010 11:42
    è proprio il suo essere cosi articolata che la rende ancora più bella.
    un saluto
  • anna marinelli il 18/09/2010 11:15
    Mi dispiace per la lunghezza del testo, ma frammentarla l'avrebbe smembrata...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0