PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Il mio scrivere

A lume di candela
e con una penna
di pavone
comprata d'occasione
scrivendo sto,
come Leopardi
e Foscolo
faceva,
che a più non posso
ammiro,
ma per la testa
imitarli
nemmeno mi passa,
poiché il mio Io
cosciente e non
è
soltanto Io.

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Vincenzo Capitanucci il 19/09/2010 09:02
    Ognuno è se stesso... e dobbiamo evitare.. di imitare... qualsiasi persona.. pur grande che sia..

    Bravo Don... trovare il nostro Io..è la coscienza suprema...
  • Giuseppe Bellanca il 18/09/2010 23:04
    senti un consiglio: paga la bolletta ahahah
    bravo molto originale ciao..
  • loretta margherita citarei il 18/09/2010 20:07
    tu sei tu, unico ed irripetibile
  • Cinzia Gargiulo il 18/09/2010 20:05
    Ah bè... Imitare Leopardi e Foscolo è un po' difficile, possiamo però averli come maestri e con umiltà studiarli.
    Bravissimo Don!...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0