PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Disperazione scritta su una busta gialla

Ti ho visto aspettarla in una barriera di cuscini
affinché trovasse morbidezza di modi
e non arrivava.
Alzavi la testa ad occhi chiusi
precedendo l'incontro in punta d'impazienza
in croce di sofferenza
non perdendo mai la speranza
di incontrarla presto.

Che intenso il nero delle sopraciglia
e l'arco umido delle ciglia
a far contrasto col bianco dei capelli
con l'esangue rosa delle labbra tese
al bordo
quasi a rinserrare l'ultimo alito

Le pieghe del guanciale
unite alle pieghe del tuo viso
in una ricerca d'incastro, di corrispondenza,
di pace
e ancora una volta non sei venuta di notte.
Avrai il coraggio d'affrontare il giorno?
Sembra quasi che alzando il viso,
furtiva, misuri le forze
sempre più spesso
perché sempre più esigue
Sempre più lentamente
a palpebra socchiusa
per risparmiare la forza
per andare in Paradiso

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Dolce Sorriso il 05/10/2010 21:16
    mi hai fatto venire i brividi
    molto apprezzata
  • angela testa il 02/10/2010 15:56
    bella quanto sentimento... in queste parole...
    bellissima... secuenza...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0