accedi   |   crea nuovo account

A mio padre

Quell’ultimo respiro affannoso
ti ha lasciato sul volto un sorriso,
è svanita ogni traccia, ogni segno
del male sofferto e temuto.
È tornato sereno il tuo viso,
su di esso non vi è più dolore.
La Luce respira ora in te
e ti avvolge in una pace infinita,
nei tuoi occhi non c’è più paura
di stare al buio per sempre.
Sei partito per andare là
dove il tempo non finirà mai.

 

0
8 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

8 commenti:

  • augusto villa il 09/02/2008 21:26
    Sì... dove il tempo non finirà mai!!!... Tenera e dolce dedica... Toccante! :bacio:
  • terry Deleo il 04/05/2007 22:22
    Toccante. Io non sono mai riuscita a scrivere per mio padre.. l'ho perso da molto tempo, ma il suo ricordo è sempre vivo. Poesie come questa fanno vividi i ricordi.
  • sara rota il 21/04/2007 18:04
    Anche questa commovente e veramente bella!
  • Riccardo Brumana il 30/03/2007 23:49
    penso che la paura di soffrire il più delle volte ci fa soffrire più del male stesso. questo io vedo nella tua poesia. dolorosa e sentita "ci son passato anch'io da ragazzo, ma non è questo il luogo..." massimo rispetto per il tuo dolore.
  • miryam maniero il 29/03/2007 01:11
    mi ha colpito per la tenerezza e serenità nel salutare per l'ultima volta tuo padre, un respiro l'ultimo di pace.
    Un caro saluto
    (p. s. se ti va leggi le mie "padre mio" e il "tavolo di casa" )...
  • rossella bisceglia il 28/03/2007 21:57
    tragicamente commovente
    rivanga i miei momenti più scuri

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0