username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Incontri

c'era un vecchio dinanzi a me
mi studiava, mi scrutava
avrebbe voluto vedere oltre la mia camicetta

sistemai la mia macchina dinanzi a me
la studiava, la scrutava
si contorceva sul sedile dalla voglia di raccontarsi

ogni uomo ha due strade dinanzi a sè:
passare come un treno in corsa attraverso la natura o
usufruire della natura per farsi storia

 

0
8 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

8 commenti:

  • Francesca La Torre il 07/01/2013 13:10
    Poesia bellissima, dal contenuto molto profondo e interessante. Complimenti.
  • nadia il 24/05/2012 23:39
    Mi è capitato un sacco di volte in viaggio
  • bruna lanza il 16/06/2011 21:46
    e si, quanti uomini non lasciano nulla del loro passaggio... frettoloso...
  • Uglisse il 21/09/2010 17:10
    E già... quante persone perdiamo quando si sfreccia e quante ne troviamo se abbiamo voglia di fermarci!!
  • Salvatore Ferranti il 21/09/2010 14:19
    splendida poesia
    complimenti...
    da brivido
  • Anonimo il 21/09/2010 12:13
    Ottima... splendida chiusa!



    A. R. G
  • Anonimo il 21/09/2010 12:03
    Profonda riflessione in versi ben scritti.
  • loretta margherita citarei il 21/09/2010 08:00
    originali versi, bella riflessione, brava.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0