username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

L'Impiccato

Balla, balla,
il cadavere morbido,
che strusciando emette
un rumore sordido.

Carcassa appesa
alla corda tesa,
col vento si culla,
attorno a lei: il nulla;

cieco e possente
è del vento il soffiare,
che come un ubriaco
la fa dondolare.

Cigolano le ossa
in questa danza malsana,
i vermi affamati escon
dalla loro tana.

Gocciola bava
pian piano dalla bocca,
accarezza il corpo
finchè la terra tocca.

La luna riflette
il pallore dell'Impiccato,
questa triste notte
in cui s'è ammazzato;

soffre lassù
la sua anima ferita,
ma mai più soffrirà
come quando era in vita.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Phlebas Il Fenicio il 30/12/2011 15:27
    Inevitabile (quanto evidentemente errata) l'associazione alla Ballata degli Impiccati di Faber. Le differenza del resto è sostanziale: in questo suicida il rancore cieco che sembra esalare dai cadaveri impiccati di Fabrizio lascia spazio solo ad una tristezza senza fine. Ottime le scelte lessicali (per un attimo ho tentennato su "dondolare", ma immediatamente l'idea di un burattino assoggettato ad una forza terribilmente superiore alla sua mi ha fatto proseguire oltre) che contribuiscono a rendere lo scritto assolutamente evocativo. Anche la scelta stessa di versi così brevi ci rimanda al pendolo mortale descritto dal cadavere. Bel lavoro, bravo.

10 commenti:

  • andrea Di Lazzaro il 17/04/2012 19:21
    Macabra. Ma molto ben scritta. Fa pensare a Dylan Dog...
  • Niccolò Stopponi il 23/09/2010 16:51
    Dè andrè a me non piace ^_^
    ho preso ispirazione, per la macabra immagine, da Villon e Rimbaud, tentando anche di spiegare nel miglior modo possibile un gesto che molto spesso non viene capito.
    Grazie a tutti per i complimenti, veramente.
  • ELISA DURANTE il 23/09/2010 16:12
    Questa poesia mi fa venire in mente le ballate del Faber, De Andrè naturalmente.
  • Anonimo il 23/09/2010 13:38
    versi ben struttari in questa funerea danza
  • Ilaria G. il 23/09/2010 11:52
    Curiosa la riflessione finale.. una poesia davvero originale ed evocativa.
  • Aldo Riboldi il 23/09/2010 10:25
    Un tema sempre d'attualità di questi tempi, scritta bene.
  • Tony Golfarelli il 23/09/2010 10:23
    delizioso trattamento di un momento solo schifoso
  • vincent corbo il 23/09/2010 10:02
    Una poesia ben composta, un tema che deve far riflettere.
  • Hamid Misk il 23/09/2010 09:44
    Chi parla ed evoca i morti, esorcizza la morte.
    profonda.
  • loretta margherita citarei il 23/09/2010 08:10
    danza macabra, originali versi, piaciuta

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0