accedi   |   crea nuovo account

Jerusalem

Qual sacerdote della stirpe di Aronne
Ti offrii sull'altare d'oro
Il turibolo dei profumi,
davanti al Sancta Sanctorum
del tempio santo di Jerusalem.

Preziosissimo era il velo, di bisso finissimo,
che celava la Tua misteriosa presenza
ai miseri occhi dell'uomo.

Tu sei sacerdote per sempre,
alla maniera di melchisedek,
e offristi carne, sangue, acqua, spirito,
grida convulse, sulla tua croce,
ormai cattedra eterna e suprema dell'umanità.

Il velo di bisso del Santo dei Santi si squarciò in due,
la tua presenza fra noi non era più un mistero,
la croce fu la tua massima Epifania!

Al suono della tromba di Giosuè,
crollarono le mura di Gerico,
perché alle urla della terra che bevve il tuo sangue,
non crollarono le mura dell'indifferenza, dell'omofobia,
della misantropia, dell'odio, della divisione?

Perché per tutti tu ti offristi,
ma non tutti vollero consumare
l'altissima vittima sacrificale!

 

0
2 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 11/02/2014 04:31
    apprezzata.. complimenti.

2 commenti:

  • Angela Francesca Russo il 24/09/2010 08:59
    Dio mio... fa rabbrividdire...
  • claudia pinheiro montenegro il 24/09/2010 04:43
    E il sacrificio
    Nella Croce è efficace:
    Ci avviciniamo al Padre!

    Siamo noi il templo,
    Quello che Gesù vuole
    Fare abitazione oggi.

    Gesù benedica te,
    un saluto
    claudia

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0