accedi   |   crea nuovo account

Viaggiatori

Cosa fu il nostro
amore,
or io lo so.
Fu per me, come
arrivare
in una stazione
di notte
e sedendo con te,
ancor sconosciuto
al mio cuore,
su una panchina,
nell'attesa di un treno
in ritardo,
parlare,
per ore ed ore
dei nostri sogni,
della vita,
delle speranze,
in totale fiducia,
senza sospettare
che tu avevi
attaccato il bottone,
sol perchè
annoiato dal
lungo ritardo
dello stesso treno.
E quando suonò
all'alba la campanella
che
ne annunciava
l'arrivo,
ti ho visto
prendere le tue valigie,
inventare una banale scusa,
per non prendere
lo stesso treno.
Prima di partire,
ti lasciai
come ricordo,
un cd,
di malinconico jazz,
sound della mia anima
e tu mi donasti una farfalla,
che, non appena,
mi sono seduta,
nello scomparto,
aprendo il finestrino,
la feci volare, libera,
come volò via
l'illusione di te,
macerata
in quei chilometri
percorsi
dalla locomotiva.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

11 commenti:

  • augusto pompeo il 12/02/2012 15:08
    è di una bellezza estrema.. complimenti alla sensibilità e al pensiero che lascia leggendola.. :
  • Samuele Pastorino il 25/09/2010 04:48
    Questa poesia è stupenda... quasi stò per piangere...
  • Donato Delfin8 il 24/09/2010 19:07
    zi zi Lò ci sono persone che sbagliano treni per tram zi zi
    e mo s'attaccano al tram

    Ottime metafore
    Pazienza Lò
  • ELISA DURANTE il 24/09/2010 19:04
    Certo che le stazioni, il viaggio, i viaggiatori sono sempre temi che intrigano! Brava!
  • Don Pompeo Mongiello il 24/09/2010 11:16
    Bellissima e significativa come al solito. Molto piaciuta!
  • Anonimo il 24/09/2010 00:05
    mi hai emozionato!!!!
  • Giacomo Scimonelli il 23/09/2010 22:58
    la tua sensibilità deve renderti onorata... chi ha perso fino ad oggi è solo chi non ha letto nel proprio cuore ciò che provava x te... per un motivo od un 'altro penso che i tuoi versi siano la miglior risposta x chi ti ha voluto perdere... poesia molto sensibile e malinconica...
  • Anonimo il 23/09/2010 21:50
    Certo che alcuni uomini sono proprio insensibili, per fortuna solo alcuni.
    Senza ombra di dubbio un'anima incantevole come la tua ti farà incontrare chi veramente ti merita.-
    Nell'attesa un abbraccio, dimentica la poesia è incantevole.. come te!
  • tania rybak il 23/09/2010 18:42
    o gli uomini sono diventati ciechi o non mi spiego, come una donna così speciale come te non ha trovato ancora la felicità, ti auguro di trovarla prima possibile, con tutto il cuore
  • Anonimo il 23/09/2010 18:39
    Introspettiva!
    Bravissima!


    A. R. G
  • Vincenzo Capitanucci il 23/09/2010 18:38
    era triste quella stazione di notte... c'è chi metteva speranza e chi noia... ma tutto si schiarì... all'arrivo dell'Alba...

    Bellissima L'Or... una locomotiva senza vapore...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0