accedi   |   crea nuovo account

La fine

Solo stamattina sembrava tutto così normale
ma la giornata serbava una sorpresa, compare.
Anche se non pioveva un tuono dentro il cuore,
e l'anima svaniva nelle viscere senza calore.
Ma voi non ditemi che solo chi è vivo... muore
perchè io sono già morto e aspetto di morire.

 

1
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Uglisse il 24/09/2010 18:01
    Ci sono momenti, giorni, istanti in cui ci si sente morti... molti temono questi pensieri e li nascondono io no.
  • loretta margherita citarei il 24/09/2010 17:09
    morto ed aspetti di morire, su un po di positività, spero ti passi presto sto periodo nero
  • silvia giatti il 24/09/2010 13:46
    m hai fatto inghiottire saliva con questa...
    è incredibile come lo scrivere veicoli sensazioni cosi potenti, si sente tutta la tua delusione
    e la lucidità delle immagini che descrivono il dolore
    arrivi sfrondando il superfluo, e descrivi il cuore delle cose
  • laura cuppone il 24/09/2010 12:17
    Gianmarco.. ecco..
    questo stemperio d'anima nelle viscere.. ecco questo é un morire in vita.. nel bene e nel male... dico.
    Hai perfettamente ragione...
    si muore un po' alla volta...é la vita... perchè un po' alla volta si rinasce..
    ma noi umani forse siamo impreparati all'evoluzione dell'attimo e a cambiar pelle...
    vogliamo il "per sempre" anche nell'evidenza che un respiro muore quando esce...
    ti auguro di cogliere anche i momenti di rinascita e di viverli appieno nelle viscere...

    Laura
  • Clodia. il 24/09/2010 11:46
    mi imbarazza scrivere di un tuo pensiero così intimo... c'è chi è condannato a morte dalla vita, chi si condanna a morte e chi viene strangolato dalla società. c'è solo da augurarsi che l'IMPEGNO non sia del tutto vano, essendo l'unica condizione che determini una rinascita.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0