PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Straniera

Capelli biondi, gli occhi color gelo,
un triste sorriso, il viso d'angelo.
Pulita e fresca ingenua creatura
ancora cosi giovane e di sottile statura.

Una ragazza di tanta dignità in cerca di sogni,
che si trova in una nuova realtà per assoluto bisogno,
che crede di trovare in un paese sconosciuto il mondo onesto
ma senza che lei abbia nessuna colpa tanti la detestano.

Solo perché è bella trova inganni e ipocrisie,
molte promesse e tante bugie,
complimenti e sguardi maliziosi,
la sfiducia delle donne anche un po' invidiose.

E lei si chiede perché, perché tutto questo?
Era molto ottimista e si presenta sempre in modo onesto.
Non è colpa sua che è cosi giovane e bella,
ha solo 18 anni e non vuole fare la modella.

Vorrebbe solo lavorare, studiare e fare la vita di tante giovani ragazze,
senza divisione per il colore e per le razze.
Una ragazza con tanta buona volonta e con tante barriere,
una ragazza con tanti nomi e con un unico nome- straniera.

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Salvatore Mercogliano il 13/04/2010 17:33
    Poesia che mi ha fatto molto riflettere. Struttura poetica costituita da rime, ma in alcune parole manca l'accento.
    Questa poesia mette in risalto un fenomeno molto negativo che sta prendendo il sopravvento e soprattutto con partiti politici che lo inneggiano: il razzismo. Non vorrei negare che, nonostante sia un solo sedicenne, ho partecipato a scioperi antirazzisti e ci ho messo davvero il mio cuore per questa causa.
    Io, napoletano, forse mi trasferirò con la mia famiglia al Nord e ho paura che venghi trattato come uno stupido solo perchè porto le mie origini. Io sono fiero delle mie origini, come te certamente delle tue, e non permettiamo a nessuno di oltraggiare il nostro emotivo confine.
  • Mario Secondo il 07/04/2007 02:27
    Bellissima poesia, molto ben strutturata, musicale ed elegante. Posso capire quel che provi. Anch'io al nord sono solo un napoletano. MS
  • Riccardo Brumana il 06/04/2007 23:35
    tania... per quel che può valere ti chiedo scusa in nome dell'italia intera per i retrograti ignoranti che hai incontrato e che purtroppo penso incontrerai, ma sappi che l'italia è anche piena di tanta brava gente poesia molto bella e ben strutturata. complimenti
  • ENZO FALBO il 29/03/2007 10:00
    argomento scottante, trattato con dignità e delicatezza. Bella la frase di chiusura (un unico nome - straniera)

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0