accedi   |   crea nuovo account

Occhi di sardo

Gemme incastonate,
occhi di sardo
parlano e raccontano
la vita.
Sempre vivi
tra i segni
del tempo,
accesi sguardi
imperscrutabili.
Talvolta
limpida acqua marina,
smeraldo profondo
o ambra speziata
o carbone ardente.
Ti guardano
e non puoi sfuggire
devi ascoltarli
raccontano emozioni
suscitano desideri
più della parola stessa.
Ti scrutano
fieri schietti
mai vinti
addolorati o affaticati
ma dolci e seducenti
come i profumi
della loro terra
alla quale ti riportano
ogni volta
che in essi
ti specchi.

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Antonio Balia il 23/03/2011 16:34
    Descrizione accurata del reale che solo chi ben sa può realizzare. Marinella,
  • marinella addis il 25/09/2010 10:56
    Si ragazzi... i nostri occhi sono così...!
    grazie a tutti!
  • Giuseppe Tiloca il 24/09/2010 21:15
    È giusta ed è tutta vera, soprattutto l'ultima parte, che gradisco molto
  • loretta margherita citarei il 24/09/2010 20:38
    ben scritta, piaciuta molto
  • Laura cuoricino il 24/09/2010 19:16
    Il vero 'sardo' è proprio come tu lo hai descritto...
    Quegli occhi penetranti, che parlano, leggono, scrutano!
    Un pezzettino di Sardegna molto particolare!!!
    Ciao, Cuoricino!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0