PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

I confini del mai

L'aria che soffia forte
asciuga lacrime e sangue
e con mani forti di tornado
strizzando l'anima
si illude di sgrondare
l'acqua della colpa.
Ma macchie indelebili
di dolore scarlatto
rimaste sul tessuto della coscenza
delimitano i bordi
ove la varichina del perdono
non riuscirà mai a spingersi,
onte resistenti ed immuni
al trapasso della falce
della nera signora
che consegnerà
la sindone del tuo rimorso
al guardiano dell'ultima porta
che ti incatenerà a te stesso
condannandoti al tormento eterno.

 

0
7 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

7 commenti:

  • Paolo Villani il 24/02/2015 14:25
    Scritta bene ma più pessimista non poteva essere!
  • ylenia 2010 il 28/09/2010 15:43
    complimenti... molto bella!!!!!
  • Alessandro Moschini il 25/09/2010 10:06
    Grazie Ely. Buongiorno
  • Elisabetta Fabrini il 25/09/2010 10:05
    Complimenti.. un po' mistica ma affascinante!!
    bravo Ale!
  • Alessandro Moschini il 25/09/2010 10:01
    Grazie Karen e Gianny. Buongiorno
  • Anonimo il 25/09/2010 09:55
    Scritta molto bene
  • karen tognini il 25/09/2010 09:23
    Bellissima Ale... bello leggere le tue poesie!

    k