username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

L'Istante

Non si prevede una reazione
per quanto sia grande un'intuizione
per quanto sia profonda una conoscenza
il fattore sorpresa è prova concreta
d'errori su errori
di imprevisti
non calcolabili

L'Istante
é tale svolgimento
stravolgente

Comporta molta cura
comporta pazienza
attesa
incoerenza
pazzia
impotente potenza

Come fragile ferrugine
sacro veleno aereo
è compensazione inalante

Ci si può forviare
nell'autostima
nella decenza d'un amor proprio
radicato
e si possono perdere
tutte le scommesse con se stessi
strappando petali innocenti
alla caotica
possibilità.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

22 commenti:

  • laura cuppone il 30/09/2010 11:59
    Cristina grazie infinite!!!!!!


    Laura
  • Anonimo il 28/09/2010 21:21
    Non passavo da tempo e sono contenta di averlo fatto... brava.
  • laura cuppone il 27/09/2010 17:26
    scusa sergio... il mio ringraziamento per te non é partito...
    lo faccio partire ora, ecco!!!
    pazzia???
    sisisisisiisissiissii!!!!!!!!!!!!!!
    grazie!
    laura
  • laura cuppone il 27/09/2010 17:25
    ciao Don, bello averti qui!!!!!!!
    grazie infinite
    Laura
  • laura cuppone il 27/09/2010 17:24
    Viky, le tue parole sono caramelle al miele.. per la mia gola spirituale.

    grazie infinite.
    laura
  • laura cuppone il 27/09/2010 17:24
    ciao loretta...
    ti ringrazio... della presenza.. la stima... ampiamente dimostrate.

    Lau
  • laura cuppone il 27/09/2010 17:23
    grazie desirè, sei gentilissima.

    Laura
  • laura cuppone il 27/09/2010 17:22
    allora mio carisimo filogiuliano (sofopaolini) possiamo alternarci a mani nude alla luce e chiuse al buio...
    o semplicemente possiamo smettere di cercare e aspettare e provare solo a vivere..
    ma ahimè siamo umani... e non credo potremmo farcela...

    dolcezza?.. naaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa! ma dove?
    ok, ok... ti farò prestare gli occhiali dalla talpina augusto tanto lui ce li ha lì, sul cruscotto, nuovi, nuovi, mai mai usati...

    ha la patente braillllllllll

    bacione!!!
    lau
  • laura cuppone il 27/09/2010 17:18
    Grazie francesco, sei gentilissimo.

    laura
  • laura cuppone il 27/09/2010 17:18
    Francesco il fattore caos é il sale, si, così come é anche incalcolabile tirata di somme...

    bellissima citazione.. onorevole direi.

    grazie!!!!
    Laura
  • laura cuppone il 27/09/2010 17:15
    Salvatore...
    mamma mia.. il meglio?..
    ecco.. questione di gusti..
    non so se io mi leggerei...


    grazie infinite.
    Laura
  • laura cuppone il 27/09/2010 17:14
    Karen sei dolce... davvero grazie.

    Laura
  • Don Pompeo Mongiello il 26/09/2010 14:58
    Poesia magistralmente scritta e passionale. Complimenti!
  • Viky D. il 25/09/2010 22:06
    Molta introspezione nelle tue opere, ti leggo spesso. Questa è molto intensa, sei davvero brava.
  • loretta margherita citarei il 25/09/2010 17:51
    versi molto intensi bellissima
  • Anonimo il 25/09/2010 16:46
    Sei molto brava.
    Bella, bella.
  • giuliano paolini il 25/09/2010 16:04
    tendiamo a ritenerci parziali e in base a queste valutazioni regoliamo il nostro esistere
    tutto si fa più vicino e circoscritto e forse meno pericoloso ma così perdiamo la opportunità di lasciare che la vita si diverta attraverso di noi a proporre alternative anche assurde, ma di tanto in tanto stanca di aspettare alle porte ecco che l'esistenza irrompe attraverso finestre cantine e garages e restiamo a terra distrutti impolverati e a volte pure morti ma non ci si può fare molto, quello che tratteniamo al buio desidera manifestarsi alla luce che è il palcoscenico naturale delle cose. ah dimenticavo di ricordarti quanta dolcezza riposa in fondo ai tuoi occhi ma colgo l'occasione
  • Francesco Santoro il 25/09/2010 15:24
    Decisamente bella. Complimenti.
  • Anonimo il 25/09/2010 15:17
    Rugby, gioco da psiche cubista. Deliberatamente fu scelto un pallone ovale, cioe' imprevedibile, per immettere il caos nell'altrimenti geometrico scontro di due bande affamate di terreno. "
    Alessandro Baricco (scrittore) , penso che calzi a pennello
  • Sergio Fravolini il 25/09/2010 14:15
    È un testo denso ricco di pazzia. Mi piace.

    Sergio
  • Salvatore Ferranti il 25/09/2010 13:50
    una spendida poesia. ma ormai ci hai abituato al meglio...
    un abbraccio
  • karen tognini il 25/09/2010 13:27

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0