PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Senza stelle

S'innalzano
i fiochi accenti
spargendo pietra
nell'uomo sapiente.

Di speranze
ella infine sorge
nella tua nuda mano.

Amor che canti
solo d'un amor
tra le spine.

Solo d'amor nei giorni
ricchi di luce
e che mai
l'innocente cuor
tace.

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Anonimo il 05/06/2012 10:09
    Vado contro altri pareri. Struggente non la trovo. Ogni cosa è soggettiva poi, chiaramente.
    La trovo antica. Ha un fascino statico, immortalato. Non sembra una poesia. Ho l'impressione di vedere una statua. Una grande scultura che si forma in continuo divenire.
    Le parole sono suoni, pennelli. Ci hai appena mostrato cosa di magnifico e incantevole si può fare con le parole. Grazie.
  • Laura cuoricino il 26/09/2010 20:22
    Poesia struggente e sì delicata... senza stelle non c'è amore, non c'è luce...
    Bellissima! Sergio...
  • loretta margherita citarei il 26/09/2010 16:57
    delicatissima lieve poesia piaciuta
  • Giacomo Scimonelli il 26/09/2010 10:51
    autentica poesia... versi tristi ma dolci allo stesso tempo...
  • karen tognini il 26/09/2010 10:28
    Bravissimo Sergio...

    le stelle brillano quando il cuore brilla...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0