PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Il Leviatano

Viaggio per mare su nave sicura
ponte di ferro, gloria di Scienza,
giovane mozzo che cerca avventura.
Lancio la canna e si blocca la lenza,
un'isola è apparsa dall'onda scura,
ribolle il mare per immane potenza.
Un grido mi sorge e punto la mano:
Ma si, certo, è il Leviatano!

Un Mito domato da Nostro Signore,
Imperatore di mostri, Duca dei mari,
nell'Abisso profondo senza luce e calore
avvolge tra spire regni millenari
e conta e riconta dormendo le ore
sognando di un sonno da antifonari.
Anch'io sogno e sento il Canto da Urano:
questa è la voce del Leviatano.

Ma ora non dorme, l'hanno chiamato
Apre le palpebre e nascono aurore
Rizza la coda: il Gorgo è evocato!
Alla gola da fiato con grande furore
e risale l'abisso di bolle imbiancato.
Questa è la forza che evoca orrore
non vi è arma alla pari fatta da umano:
questa è la forza del Leviatano.

Scendo e mi tuffo, il Canto mi chiama
Eoni di pianto in suono di mugolo
è una corte di porci in forma di squama
precipito e cado, lo spigolo è angolo!
È la fine di chi conoscere ha brama
dell'Antico dormiente il riposo malevolo.
Follia è ancella di un sapere sì arcano:
questo è il sapere del Leviatano.

La sua attenzione non è un pregio,
urlo e dispero: è lo sguardo del Cosmo.
Sovrano gentile, mi fa un privilegio
spalanca le fauci: di paura un orgasmo.
La Bocca è la porta del Sacrilegio
d'anime un mare tre fuoco, fumo e spasmo.
Cristo, pietà! Dammi la mano!
Questa è l'essenza del Leviatano.

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • loretta margherita citarei il 26/09/2010 16:56
    mi è piaciuta
  • Paola B. R. il 26/09/2010 15:56
    Bravo!!!
    Che paura 'sto Leviatano!!!
  • giovanni crisostomo il 26/09/2010 10:16
    Commendevole l'intento di creare una composizione in ottave. Alcune rime sono un poco forzate, la metrica zoppica, ma l'argomento, di per sé grave, è affrontato con efficacia.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0