accedi   |   crea nuovo account

COME UN GABBIANO

Uno dopo l'altro,
sono scappati via,
come bambini infelici,
questi miei anni,
rubando sogni
alle speranze deluse.
Tra le ortiche
della solitudine,
si spengono le luci
del mio giardino.
Aspetto
il sole del mattino,
per correre
con lo sguardo
verso il mare,
come un gabbiano
con le ali aperte
e senza voce
per cantare.

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • angela testa il 21/09/2010 18:25
    dai non essere triste l'importante e arrivarci... poi quello che passa e una gioia al cuore... bravissimo da cinque stelle...
  • Marcello De Tullio il 04/08/2009 06:39
    Belli i versi in cui scrivi che gli anni passano con un velo di tristezza, ma se pensiamo alla ricchezza che abbiamo avuto con l'esperienza capiremo che la vita è meravigliosa anche se passa e và., L
  • Antonietta Di Costanzo il 11/10/2007 20:43
    molto bella, complimenti!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0