accedi   |   crea nuovo account

Lo Stretto che ho attraversato

Ho attraversato il mio stretto,
Su una zattera che ho costruito,
pezzo per pezzo e poi eretto..
Per realizzare il sogno che mi ha carpito

Prima di prendere il largo mi sono detto,
Guardando l'altra magnifica sponda:
anche se la fortuna non mi avesse sorretto,
Non mi sarei rassegnato alla prima onda furibonda.

Io stesso sarei diventato un'onda
E avrei scavalcato ogni montagna d'acqua,
Liberando la mia anima errabonda
Verso la vita e l'avventura proficua

E poi nulla si è infranto,
La zattera rimase intera
La lasciai sulla spiaggia del mio incanto,
Perché servisse a un'altra anima avventuriera.

Passarono gli anni da quel momento
Ma oggi mi guardo allo specchio,
E mi compare quello stretto e quel ribollimento,
Oggi che non ho più un simile sostegno

Guardo fuori e sento,
Nessuno ironizzare e ridere,
Sui fatti che suscitano solo sconvolgimento.
E l'uomo incapace di rispondere

Reagire ispirando al mito della zattera,
Che realizza tutti i desideri,
E i sogni come un'eterna primavera,
Dai volti umani e fieri

E dico io che sono un uomo così piccolo
Dalle diverse storie e identità
Non sono io il magico pendolo
Dove si ricongiungono tutte le umane civiltà

 

1
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • Hamid Misk il 30/09/2010 18:15
    Grazie Cochon, sono arivato anche spinto dall'amore e dalla curioosità di conoscere creature stupende come te. è l'amore che ci spinge in avanti.
    ma sei de Roma?
    Au! anch'io so so de roma!
    ciao Cochon
  • Anonimo il 30/09/2010 18:10
    be sono contenta che sei arrivato su la tua spiaggia... e semore belo approdare nei posti sognati.. molto bella
  • rudens roze il 26/09/2010 23:09
    Bellissima l'idea della zattera, e come trovare un'isola in mezzo all'oceano, un punto dove sostare per poi riprendere il faticoso cammino.
    Molto bella
  • Laura cuoricino il 26/09/2010 19:58
    Lo Stretto che hai attraversato, la tua vita, le tue emozioni, il combattere e la tua anima errabonda che ha scavalcato ogni montagna d'acqua...
    una società inesistente, senza veri valori costruttivi, ma tu continua ad attraversare quello stretto, vai così libero, ispirandoti al mito della zattera!
    Bellissima, vera, intensa!
    Ciao, cuoricino.
  • loretta margherita citarei il 26/09/2010 16:15
    molto bella, a volte non si ha il coraggio di imbarcarsi piaciuta
  • GUIDO EDOARDO ORBELLI il 26/09/2010 15:56
    hamid sei l'Ulisse che naviga per anni nel mediterraneo dell'anima.
    guido orbelli

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0