username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Il lago del pianto

Vago nel vento, vago nell'ombra
tra mille schizzi d'aurora
attraverso silente le fibre del cuore
nell'esile, vana, perduta memoria.
Si spegne di nuovo quell'esule fiamma
nascosta nell'ultima goccia del tempo
travolge il destino, umilia, sconfigge,
nel lago degli occhi
colmo di gelido pianto
vedo annegare
desideri perduti
deboli calde promesse
lo specchio del nulla
rivolta i miei sensi
mi spazza tra lampi e dolori
rivolgo al cielo uno sguardo
rimetto a terra le armi
mi fermo, e germoglia il mio seme
nell'ultimo freddo respiro.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

10 commenti:

  • luigi deluca il 03/04/2014 17:12
    la tristezza nel corso della vita può solo generare felicità nel futuro AUGURONI
  • Sergio Fravolini il 22/03/2011 10:12
    Molto bella mi piace.

    Sergio
  • Giacomo Scimonelli il 09/11/2010 11:22
    scritta col cuore... versi sensibili ed apprezzati... sei molto brava
  • Antonella Camerlingo il 28/09/2010 12:12
    Grazie mille Anna Rita
  • Anonimo il 28/09/2010 10:26
    Stupenda!!! Complimenti Antonella!
  • Antonella Camerlingo il 27/09/2010 17:32
    Grazie a tutti voi... sono felice di essere ritornata tra voi
  • loretta margherita citarei il 27/09/2010 16:28
    ben descritta la tristezza piaciuta molto
  • fabio salvatore pascale il 27/09/2010 14:23
    germoglia il mio seme nell'ultimo freddo respiro. Brava facciamo in modo che questo seme dia frutto
  • Salvatore Ferranti il 27/09/2010 13:54
    una bella poesia.
    molto condivisa... ed espressiva.
  • Anonimo il 27/09/2010 12:54
    Molto espressiva e malinconica nel suo procedere, brava

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0