username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Nulla per caso

Quante volte, mi sono chiesta
se le scelte della mia vita,
sono state volute o casuali.
Se ho scelto io stessa
le persone che mi hanno indotto
a determinati comportamenti,
o se le circostanze della vita,
dovevano farmi giungere
ad una crescita interiore,
tramite la sofferenza.
È questo, per me,
il mistero della vita che
coinvolge quasi tutti
gli esseri umani.
Quindi, mi chiedo,
chi da un'altra parte,
muove i fili per noi?

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • tabellina il 24/08/2012 21:39
    Tutti noi ad un certo punto pensiamo se delle decisioni prese sono veramente opera nostra o siamo manovrati... nel momento in cui però prendiamo in mano il nostro destino ci sentiamo più soddisfatti, se invece no ci sembra che sia colpa di un ente superiore che ci ha costretto! insomma è una lotta permanente per la scelta del destino se siamo consci di avere sempre un bivio e non un'unica strada davanti a noi! mi sono piaciuti i tuoi pensieri...
  • Regina Ghiglietti il 12/04/2012 12:54
    Buongiorno Francesca, è scritta molto bene, piena di tristezza e insoddisfazione per un unica domanda, sono io che decido o è qualcun'altro? Io ho capito recentemente che siamo noi a decidere Francesca, chi muove i fili siamo noi, non esiste un'entità superiore che decide per noi, sia quando agiamo sia quando non agiamo rimane una nostra scelta e decisione, la vita è un'insieme continuo di deciosni prese e non prese, sbagliate e giuste, ma non esiste nessun burattinaio che sadicamente ride dietro le quinte... Ti auguro di ritrovare la serenità^^ Regina
  • STEFANO ROSSI il 15/12/2011 18:15
    In questi tuoi versi c'è l'essenza della vita.
    Siamo noi a muoverci per conto nostro oppure sono altri che ci manovrano usandoci come burattini?
    Forse non è scritta in maniera poetica (probabilmente ciò è anche voluto) ma POCO IMPORTA, poichè questo tuo testo fa riflettere. Ed è questo quello che conta INFONDO. Brava (p. s scusami per il commento identico sottostante ma devo ancora capire il funzionamento del nuovo sito

25 commenti:

  • Alèd il 11/12/2013 13:01
    La casualità di un caos imprevidibile
  • Caterina Russotti il 13/08/2013 17:21
    Ma c'è veramente chi muove i fili per noi? O piuttosto siamo noi che con le nostre scelte dirigiamo la nostra vita verso strade a noi sconosciute.
  • Anonimo il 23/07/2012 14:53
    Non mi sentirò mai un burattino e mai potrei credere in un Dio burattinaio. Credo però anche ad un qualcosa che può essere assegnato a ciascuno di noi ed alla nostra libera interpretazione, così come credo agl'interscambi continui esistenti fra tutti i viventi appartenenti ad una sola realtà universale. Argomento a parte, anzi particolarissimo, quello di chi non appartiene a se stesso, alla sua libera volontà, ma unicamente al mondo del dolore da altri provocato.
    Grazie, Francesca per averci fatto riflettere tanto su argomenti assolutamente CENTRALI della nostra esistenza.
  • Anonimo il 15/04/2012 20:21
    Siamo condannati ad essere liberi, forse c'è una ragione superiore ma di certo non manipola le nostre azioni.
  • Anonimo il 12/04/2012 21:52
    Di noi intendevo ovviamente
  • Anonimo il 12/04/2012 21:50
    già dentro di nuovo c'è qualcun'altro che muove i fili...
  • mariateresa morry il 19/12/2011 16:00
    Per noi nessuno muove i fili " dall'altra parte". Siamo stati collocati certamente sopra un palco assieme ad altri protagonisti e con un cambio di scene continuo. Ma burattini proprio no. Anche quando scegliamo di non fare nulla. Io mi sono convinta che la vita in parte è fatta dalle nostre decisioni, in parte da molte circostanze che interferiscono con il nostro agire o non agire. Ma, personalmente, non vedo per me alcun Mangiafuoco
  • vincent corbo il 16/12/2011 09:02
    Credo anch'io che un'entità superiore muova i fili ma esiste per l'uomo una forma di libertà, il pensiero puro, la capacità di giudizio, il coraggio.
  • STEFANO ROSSI il 15/12/2011 18:14
    In questi tuoi versi c'è l'essenza della vita.
    Siamo noi a muoverci per conto nostro oppure sono altri che ci manovrano usandoci come burattini?
    Forse non è scritta in maniera poetica (probabilmente ciò è anche voluto) ma POCO IMPORTA, poichè questo tuo testo fa riflettere. Ed è questo quello che conta INFONDO. Brava
  • Anonimo il 19/10/2010 12:36
    Credo sia una domanda he molte persone si pongono.
    Io credo che durante la nostra vita, la strada attorno a noi venga modifcata e pian piano comincia a ramificarsi. Alcune ramificazioni sono poste dal caso ma la maggior parte sono fatte dalle nostre scelte.
    Ogni scelta ci condurrà ad un arrivo prima o poi. A volte ci troviamo intrappolati dentro a un labirinto i cui vicoli sono stati creati da noi e dalla sorte. Ma forse siamo noi che ci complichiamo spesso la vita.
    Può essere che la strada sia molto più semplice di quanto la disegnamo.
    Può anche essere che nessuno muova i fili per noi, ma siccome siamo in continua interazine con gli altri le loro e le nostre strade diventano come delle corsie che si immettono nella vita di altri. Da quel momento il corso degli eventi può cambiare poco, molto o in maniera eclatante.
    Siamo quasi inevitabilmente portati al contatto e all'interazione.
  • Francesca La Torre il 17/10/2010 19:20
    Sono contenta che altri abbiano fatto la mia stessa riflessione.
  • Giusy Lupi il 15/10/2010 17:11
    Poesia bellissima, la penso come te... A volte le scelte provocano sofferenza... e si cresce... con dubbi e perché??? Mi chiedo chi muove i fili per noi????? Brava, un caro saluto alla prossima.
  • Anonimo il 04/10/2010 21:08
    Fa molto riflettere, bravissima.-
  • Mario Olimpieri il 04/10/2010 16:32
    Indubbiamente c'è qualcuno ad uno dei capi del nostro filo di vita, ma nell'altro capo ci siamo sempre noi e, se non rispondiamo alle varie sollecitazioni, nulla avverrà.
  • vincenzo rubino il 28/09/2010 21:35
    ci penso sempre! è bello vedere che si possono pensare le stesse cose senza conoscersi, molto bella!
  • Salvatore Cipriano il 28/09/2010 21:14
    Il destino siamo noi Francesca, però in alto c'è sempre chi è pronto a cambiare le trame
  • Vincenzo Capitanucci il 28/09/2010 17:39
    Il Tutto... ci porta ad una crescita.. interiore...

    Bravissima Francesca... c'è una via di mezzo... fra destino e libero arbitrio... che la mente umana non riesce a percepire...
  • ELISA DURANTE il 28/09/2010 14:22
    Destino? Libero arbitrio? Ogni scelta implica una rinuncia, chi vogliamo buttare giù dalla torre? Com'era facile, quando eravamo bambini piccolissimi e qualcuno sceglieva per noi! Ma un adulto che rimanesse così sarebbe un mostro. Che "svitata" che è la vita!
  • loretta margherita citarei il 28/09/2010 06:22
    poesia con pensieri che condivido, piaciutissima
  • rocca paolo il 27/09/2010 23:12
    una riflessione ben curata e che puo' coinvolgere chiunque... ottima riflessione... brava!!!
  • karen tognini il 27/09/2010 21:11
    fa riflettere... bravissima...
  • Salvatore Ferranti il 27/09/2010 20:05
    bravissima.
    una poesia che ho molto apprezzati...
  • Anonimo il 27/09/2010 18:58
    ... e se fossimo dotati di libero arbitrio? e quindi tagliare quei fili... e se non esistessero quei fili che ci fanno così comodo per giustificare le nostre azioni?...
  • Giacomo Scimonelli il 27/09/2010 17:40
    condivido il tuo pensiero... brava x come ti espressa in versi...
  • giorgio giorgi il 27/09/2010 17:38
    C'e tanto da riflettere, la fortuna forse o la sfortuna, o forse abbiamo quello che in fondo siamo disposti a spendere per ottenere.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0