accedi   |   crea nuovo account

Di te

Ogni volta che sento
Le tue vene
Mi scordo il mio male
Il male di vivere che ho
Di non saper vivere con me
Bene

So di te
Le mani, i vestiti come
Il mio corpo stanotte
So di te come
Un pesciolino nel mare
Che sa di sale
So di te
Senza un perché

La fame d'amore
Acceca
La tua pelle sotto
Le mie mani di cera

Ogni volta che sento
Le tue vene
L'anima, i nodi del sangue
Le ossa l'odore
Il colore di te
Mi scordo perfino di esistere

So di te
Di sodio di donna
Di ovulo di te

So di te come
Un vestito che
Ti sei messa
Che ci vai pazza
Che non ti sei più tolta
Così come me
Come io so di te

E quante albe saranno nostre
Non me lo chiedere
Imparo prima a vivere
Poi a morire

Tu sei il tramonto più bello di maggio
Più bello ancora di aprile

 

1
8 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

8 commenti:

  • giuliano cimino il 26/11/2010 00:38
    grazie
  • ylenia 2010 il 25/11/2010 10:12
    ... una meravigliosa dedica... bellissima!
  • Anonimo il 28/09/2010 18:33
    piaciuta Giuliano.. una bellissima dichiarazione
    complimenti
  • Francesca La Torre il 28/09/2010 17:03
    Che bella dichiarazione d'amore, invidio quella donna a cui e' rivolta. io ho un marito due figli, ho tanto amato, ma nessuno e' mai riuscito a parlarmi d'amore.
  • loretta margherita citarei il 28/09/2010 16:13
    piaciuta
  • Vincenzo Capitanucci il 28/09/2010 16:10
    So di Te... e in Te... mi scordo di me..

    Bellissima Giuliano... un pesciolino di mare... che sale... sale in me... senza un perché... pazzo di Te...
  • giuliano cimino il 28/09/2010 12:08
    grazie tante daniela, quello è l'obbiettivo del poeta
  • Daniela Di Mattia il 28/09/2010 09:55
    Come mi ci ritrovo in questi tuoi versi... mi sono commossa!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0