username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Una sera

pigri e innamorati della gioventù
sorseggiamo nostalgia distesi sul divano
con le luci soffuse e le finestre aperte
e le braccia spalancate allo scirocco
che tiepido ci accarezza il viso
e ci regala ancora un po d'estate
e mentre la radio tossisce musica folk
la nostra ansia si dimena giù in cantina
imbavagliata e incatenata almeno sino all'alba.
ancora un po di vino!
che vogliamo restare aggrappati all'infinito!

 

0
9 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

9 commenti:

  • Anonimo il 29/11/2010 11:09
    giovane e fresca!!! nn aver fretta d crescere il tempo t incalza sempre
  • ELISA DURANTE il 10/10/2010 17:40
    Splendida fotografia sonora uscita dal cervello di un ragazzo molto attento.
  • Anonimo il 28/09/2010 18:31
    .. bella con tutti i ricordi giovanili
    un piacere leggerti Vincenzo..
  • Anonimo il 28/09/2010 17:35
    ecco, questo stile mi piace.
    Asciutto. Non c'è bisogno di infiocchettare per fare poesia.
    Basta cogliere un qualche speciale momento. Trasformarlo. Ricrearlo in parole.
    Bella.
  • Vincenzo Capitanucci il 28/09/2010 17:28
    ancora un po' di vino... vogliamo restare aggrappati (ebbrezza di grappa) all'infinito..

    Molto bella Vincenzo... sino all'Alba...
  • Francesca La Torre il 28/09/2010 16:53
  • loretta margherita citarei il 28/09/2010 16:07
    bella poesia, inebriata di giovanili ricordi, piaciuta
  • Anonimo il 28/09/2010 12:56
    Trascinante e dolce
  • laura cuppone il 28/09/2010 10:49
    dolcissima... sognante...
    intrappola l'attimo e lo sospende...

    profumata...

    Laura

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0