username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Povero caro!

Son padrona di me stessa
posso smettere di far qualcosa
quando son certa ch'è ora di finirla!
... e tu puoi dir la stessa cosa?
Certo che se mi cade un masso in capo
forse me lo sarò cercato o sarà stato il caso!
Ma so per certo che nella mente mia
qualcosa mi accomuna e intende.
Ma tu non vuoi, perché ne sei capace,
ti crogioli ai raggi del tuo buio denso
usando l'esca dell'avvilimento
e della tintarella di consolazione ti ricopri


ma ai primi freddi ritornerà pallore.

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • ELISA DURANTE il 28/09/2010 13:38
    Superba "l'esca dell'avvilimento"! Urca, ma sono proprio tutti uguali, pooooveri cari!
    Complimenti, moschettiera, sai colpire con eleganza.
  • Anonimo il 28/09/2010 12:52
    Diretta ed espressiva, ma molto bella
  • Salvatore Ferranti il 28/09/2010 11:37
    una poesia vera ed aggressiva.
    versi che fanno riflettere.
    poesia molto bella.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0