PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

... filosofando

Miez'e cespugli'e spine
nascen'e megli'Rose,
pienzece quann'a vita
pare na brutta cosa.
Chell'e c'ha ddà succedere
ossaie,
succedarrà.
Nun't'avvilì,
nun'chiangnere,
è tutto già deciso.
Chi ha scritt'o libbro Mastro
e nuie, povera gente,
ce tene sempe a mente.
Doppe nu temporale
surride e ce consola
cu na jurnata e Sole.

 

0
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:

  • Stefano Cincinelli il 07/06/2011 18:24
    Bravo ci manca solo una chitarra e si può cantare.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0