username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

9 gennaio

E un giorno mi dissero
-ti presento la vita-
era un gelido giorno di gennaio
quando feci il suo incontro
e fra brividi di sogni e di paura
mi incamminai con lei
amica sconosciuta,
mi regalò gioie immense
da fare quasi male
e dolori profondi che
mi hanno strappato l'anima,
scucita,
aggrappata ad uno scoglio
e voglia di fuggire via lontano
e poi di tornare e stringerla
dentro un abbraccio,
forte da togliere il respiro.
Io e lei, sull'altalena,
ci lasciamo sospingere dal vento,
con gli occhi lucidi di stelle,
mi ha fatto una promessa,
mi ha posato la sua mano sulla spalla,
ma so già
che mi tradirà...

 

1
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • denny red. il 02/10/2010 03:15
    una musica infinita.. BELLISSIMA!! LA TUA POESIA!!
    UnAbbraccio!
  • Salvatore Ferranti il 29/09/2010 19:29
    sei la poetessa che canta la vita in tutte le sue forme...
    sei grande...
  • Giacomo Scimonelli il 29/09/2010 17:20
  • Anonimo il 29/09/2010 14:32
    Complimenti accompagnati da 5 stelle. Un abbraccio, Miry
  • Simone Scienza il 29/09/2010 13:10
    Comunque sia,
    fino al tradimento
    sarà tuo delle stelle il bril... lamento


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0