accedi   |   crea nuovo account

Tempi andati

Chilli tiempi
quannu
nun c'era
u PC e l'internet,
lu plasma
e lu notubook;
quannu
si mangiava
nu piezzu 'e carne
e già
fiesta
era;
finniti songu,
ma dintu
a stu coru
incompreso e sulitariu
stritti stritti
li tiengu ancora,
pucché
li migliori
erano
e songu.

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Vincenzo Capitanucci il 30/09/2010 13:31
    Il progresso ci porta avanti... se non perdiamo la nostra anima...
    Bravo Don... ma gazie ad esso abbiamo conosciuto il Tuo grande cuore...
    Tu pensi una cosa... la scrivi... dopo pochi secondi... posso leggerla...
    istantaneità di coscienza...
  • laura marchetti il 30/09/2010 08:05
    il progresso... basta un clik e muore la fantasia ed il sentimento... ma a giuste dosi è un mezzo che avvicina e molto... non ti avrei mai conosciuto e letto e questo per me è una conquista, un abbraccio
  • vincent corbo il 30/09/2010 07:09
    Quante cose sono cambiate... ci pensavo giusto ieri. Il progresso va avanti ma l'umanità ha perso qualcosa di fondamentale.
  • claudia pinheiro montenegro il 30/09/2010 04:28
    Deus impromíti
    dìe mègnus
    a cherbèdhos

    Gesù benedica te
    correggimi

    ciao,
    claudia

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0