PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Bianca e muta

Non ti sognai più
fino a quella notte
senza vento
senza colore

Ripetevo suoni ovattati
che nulla poterono
al contatto
immane e inevitabile
della pelle

Non mi parlasti
-potresti davvero farlo?-
fu breve
il susseguirsi
e poi
più

Nessun contorcimento atroce
e persino
nessuna rabbia questionale
bensì
irragionevolezza
lasciata cadere
senza
rumore

Potrei guardarti
fissandoti
per ore ed ore
cercando un'espressione
utile
fingendo che la tua ombra
non mi soffochi
tenendomi
al freddo

Invece non ti guardo
e nemmeno più
ti tocco
tra gli spazi d'una riga e l'altra
d'inchiostro caldo
versato
per me.

Resto qui
tra il pubblico di un'asta
d'organi
curiosa di quanto possa valere
un cuore divelto
a mani nude...
... nel sogno
d'una notte
bianca e muta.

 

1
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Giacomo Scimonelli il 01/10/2010 05:47
    sempre bravissima ad esprimere ciò che ti vive dentro...
  • terry Deleo il 30/09/2010 19:29
    Sempre molto eleganti/enigmatiche le tue poesie, un gioiello questa...
    terry
  • Anonimo il 30/09/2010 17:27
    Piena di dolore, ma molto intensa... brava.
  • vasily biserov il 30/09/2010 15:44
    molto triste ma piaciuta!! anche tu vuoi sbarazzartene del tuo cuore?
  • loretta margherita citarei il 30/09/2010 14:58
    bella ma triste poesia d'amore

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0