username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Perdere un amico

Amico, amico, amico mio
la rabbia mia è solo rimpianto
del tuo sguardo chiaro
del tuo sorriso ampio,

amico, amico, amico mio,
il tempo tutto può cambiare,
ora lo sguardo è obliquo
e il tuo sorriso più non appare.

E ragiono di qualcosa che non so.
Mi arrovello!
Tra le pieghe del tempo cerco
la ragion di questo e di quello,

il motivo, il perché,
il se e il quando ho sbagliato,
se ti ho ferito,
o se ha colpa il fato.

Ma non importa, sai,
se tra noi tutto è finito,
forse così doveva essere
e così è stato!

Quanti ricordi però..
.. quanto era bello
ridere insieme a te,
sentirti fratello.

Grazie, amico mio,
comunque, grazie!
per ciò che mi hai dato,
per ciò che per me sei stato.

Sempre serberò il ricordo,
questo è certo!
di quello sguardo chiaro,
di quel sorriso aperto.

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • sara meneghello il 08/05/2011 09:57
    Bella. con qualche rima molto efficace. il ricordo di un bel momento.
  • Giusy Lupi il 18/01/2011 16:47
    Molto bella, l'amicizia tante volte, ti ferisce, ti lascia delle ferite profonde.
    Bello usare una poesia, per chiede all'amico cosa sia successo, con molta umiltà.
    Piaciutissima. Complimenti, Giusy
  • vincent corbo il 18/01/2011 14:12
    Mi stranizza il fatto che questa poesia sia stata letta da 576 persone e non abbia ricevuto nessun commento. Io la trovo semplice, onesta, musicale. Una bella composizione.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0