PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Vendemmie antiche per novelli amori

uva nera, e tu bella da ubriacare
la gonna arrotolata
e la tua sete spreme questa vita

un tino, e tu bella uva bionda
pigi le mie viti
spoglie di acini ormai maturi

ridi, sensuale da impazzire
regali gradazione alcolica
al mio astemio cuore

settembre, ottobre e poi novembre
stappiamo questo novello amore
imbottigliato da vendemmia antica

caldarroste che scottano le mani
un rosso inebriante
perpetua questa vita che ogni anno si rinnova

 

5
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • Dolce Sorriso il 05/02/2011 20:41
    molto convincente... bella!!!!
  • Fabio Mancini il 15/10/2010 19:24
    Fresca, passionale e ben rappresentata. Sei stato convincente! Ciao, Fabio.
  • Vincenzo Capitanucci il 02/10/2010 13:16
    un rientro... esilarante... Cesare.. e Tu bella da ubriacare... in novello Amore...
  • Simone Scienza il 02/10/2010 10:28
    Ma che bello Cesareeee
    Bentornato, giust'appunto per la vendemmia,

    Amore pronto da spinare, imbottigliare... gustare
  • Anonimo il 02/10/2010 07:24
    rientro alla grande Cesare.. inebriante
  • loretta margherita citarei il 02/10/2010 05:15
    ben tornato cesare, ottima questa tua, sorbole

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0