PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Non sò

Cosa devo fare ancora, ditemelo,
volete forse anche la mia anima,
e perchè poi, dovrei svendervela,
insulsi e irrefrenabili come vampiri,
avete il cuore di piombo come l'aria,
che siete costretti oramai a respirare,
aria pesante avvelenata dalla cupidigia,
ecco questo è il nuovo mondo per voi,
ma è anche il mio mondo purtroppo,
come voi immerso in fiumi di veleno,
fiumi che sfociano in mari sterili e neri,
la colpa è anche mia, carnefice come voi,
passivo come canna al vento, osservavo,
non sapendo o volendo urlare il mio sdegno,
e adesso piango, lacrime amare e copiose,
che fluiscono in rivoli che si perdono nel nulla,
nel vuoto dei sentimenti svaniti e appassiti.
Sì, svenderei l'anima per ritrovarci insieme,
ricostruire quel tempo lacerato e distrutto,
dal nostro arrivismo e dalla bieca ipocrisia,
ingannati da un consumismo ingiustificabile,
maledetto, inutile, futile e amaro come fiele.
Forse non è ancora tutto svanito e perduto,
dobbiamo riuscire a far ritornare le rondini,
seminando i nostri campi di lucente grano,
irrigandoli poi con acqua chiara e limpida,
liberiamo la terra di cose inutili e deleterie,
rinneghiamo i venditori di terrificanti sogni.
Non sò se possiamo farcela ma proviamoci.

 

0
8 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

8 commenti:

  • Dolce Sorriso il 13/10/2010 21:12
    poesia scorrevole e molto bella, poesia di speranza ricca d'amore
    molto apprezzata
  • karen tognini il 10/10/2010 09:26
    Si... Falco... dobbiamo riuscire a far ritornare le rondini...

    Poesia di speranza...
    Bellissima...

    k
  • Anonimo il 06/10/2010 16:37
    Sei bravo non ci sono dubbi... bella e scritta bene.
  • Giacomo Scimonelli il 04/10/2010 23:11
    piaciuta... bella
  • loretta margherita citarei il 04/10/2010 22:59
    l'inerzia delle coscienze è un grosso male, bella denuncia la tua, piaciuta
  • Aedo il 04/10/2010 18:02
    Poesia meravigliosa, che ho letto tutta d'un fiato: cosa bisogna fare quando l'ipocrisia regna sovrana e le maschere ambulanti imprigionano la creatività? Forse bisognerebbe piangere, o meglio, come bene attesti nella parte finale, tentare di "far ritornare le rondini" e dare così slancio alla vera dimensione umana, quella interiore. Bravissimo!
    Ignazio
  • laura marchetti il 04/10/2010 17:14
    l'unione fa la forza e se fossimo in tanti potremmo farcela... bellissima poesia
  • Vincenzo Capitanucci il 04/10/2010 17:14
    C'è da provà... Falco... svenderei l'anima per ritrovarci insieme...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0