PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

I dio zie

Chi vita a dato, non la toglie

non può
non deve

chi crede di essere padrone
e folle

lo si è
di beni
di terre
di bestie

la cui sorte
e certa

Delle prole
si è padre non padroni

Esse sono se stessi
e se stessi, si ama.

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • mauri huis il 27/01/2012 21:43
    Particolare ma apprezzabile. complimenti
  • Anonimo il 06/10/2010 21:54
    prego!
    tra poeti in erba... ci si aiuta!
  • Salvatore Ambrosino il 06/10/2010 21:51
    grazie Lucia manca anche l'accento sulla e
  • Anonimo il 05/10/2010 21:54
    correggere... manca un'accaaaaaaaaaaaaaaaaaa!
  • loretta margherita citarei il 05/10/2010 15:02
    bella ottima riflessione i figli non sono vostri scrisse gibran

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0