username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Ossessivo frastuono

Chino il mio capo sulla mano fresca e profumata
ne colgo l'essenza inebriandomi di te.
La pioggia batte
ribattendo pensieri ossessivi e tristi,
non c'è sorriso sulle mie labbra,
non c'è luce nei miei pensieri,
sono acqua torbida che investe campi e prati
ricoprendoli di foglie secche.
Si perdono i miei occhi arguti e stanchi
dietro la collina dei ciliegi,
parlano di me,
raccontano ciò che sono,
ciò che voglio,
ciò che sono stata e non sarò più.
Parole mute di un labbiale senza frasi
scorrono come lacrime
urlando rabbia e malinconia.
Diligente non ferirò i vostri animi
raccoglierò acqua limpida,
ne farò fiume che sfocia nel mare,
ne farò brivido, emozione
pioggia e uragano.
Sarò brava ad eludere le voci
a nascondermi dietro il tuono
occludendo le mie orecchie
da quel frastuono d'ipocrisia.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

21 commenti:

  • Anonimo il 07/10/2010 07:08
    Saprò sorridere con il pianto dentro...

    Dolce Anna, bella poesia, scritta belissimo con
    un sottofondo di tristezza...

  • Antonietta Mennitti il 06/10/2010 21:32
    Molto profonda e scritta divinamente!
  • Aldo Riboldi il 06/10/2010 19:17
    Ogni passaggio di questa poesia è carico di emozioni... e chi mi ha preceduto ha esaurito tutti gli aggettivi...
    la trovo stupenda, vera...
  • Anonimo il 06/10/2010 18:30
    Bella, toccante e profonda...
  • Laura cuoricino il 06/10/2010 15:32
    Un'anima pura e ricca d'amore...
    Un ossessivo frastuono espresso con maestria!
    Felice di rileggerti, ciao Cuoricino.
  • Ada FIRINO il 06/10/2010 14:05
    Sotto quell'acqua torbida scorre un fiume immenso d'acqua limpida, cristallina che tornerà a bagnare prati verdi d'erba e odorosi di primavera mentre dietro la collina dei ciliegi ci saranno occhi che torneranno a sorridere. Bella e profonda la tua poesia, Anna, come te.
  • VINCENZO ROCCIOLO il 06/10/2010 12:47
    Ciò che siamo... come ci sentiamo, con le nostre malinconie, i nostri pensieri fiaccati dagli anni, dalle esperienze negative, da ricordi antichi, volti e cose di un passato che non tornerà più.
    Ciò che gli altri ci chiedono... come vorrebbero che fossimo... come vorremmo che gli altri ci vedessero... e dietro a tutto questo... una poesia, parole per esprimere questa perenne contraddizione tra l'essere e il dovere, mascherando l'essere con l'ipocirisia del dovere.
    Davvero splendida, cara Anna...
    Un abbraccio
  • laura cuppone il 06/10/2010 12:22
    ipocrisia con se stessi... ipocrisia "buona", un pianto nel petto e un sorriso per gli altri...
    ...
    la... vita... il tesoro di un'isola... oasi... nella tormenta...
    ..
    quanto si fatica per un attimo di respiro...
    ..
    tvb.. sii forte!!!!
    ... Laura
  • Ugo Mastrogiovanni il 06/10/2010 12:03
    Una forte impronta caratteriale in una colonna di elevato lirismo spontaneo, di grande efficacia.
  • TIZIANA GAY il 06/10/2010 11:59
    diligente non ferirò i vostri animi... bella... brava e con tanti pensieri profondi
  • Salvatore Ferranti il 06/10/2010 11:38
    le tue poesie sono sempre molto particolari...
    complimenti
  • Vincenzo Capitanucci il 06/10/2010 11:05
    raccoglierò acque pure.. piogge d'incanti...

    Bellissima Anna...
  • Anonimo il 06/10/2010 10:40
    bella unione di forze, si sente la potenza della natura, brava.
  • Dolce Sorriso il 06/10/2010 10:22
    grazie amici miei, soprattutto a te Umberto che hai sempre le parole
    giuste al momento giusto
    smack
  • Sergio Fravolini il 06/10/2010 10:17
    L'ossessivo frastuono riempie le mie silenziose giornate e io piangente ascolto...

    Sergio
  • Anonimo il 06/10/2010 09:40
    Meravigliosa, Anna, da svenire!
  • Don Pompeo Mongiello il 06/10/2010 08:27
    Versi struggenti che ti lasciano inebriati. rava davvero!
  • Fabio Mancini il 06/10/2010 08:05
    Non siamo del mondo e tuttavia dobbiamo sopportarne il peso. Un bacio, Fabio.
  • laura marchetti il 06/10/2010 07:46
    delicata e struggente, dolce ed impetuosa come un fiume che vorrebbe rompere gli argini, contenuta come un pianto asciuttto... sono momenti che si alternano come le stagioni in natura e vedrai tornerà il sereno
  • loretta margherita citarei il 06/10/2010 06:05
    concentrato di emozioni questa tua, veramente bella
  • Giacomo Scimonelli il 06/10/2010 02:16
    emozionante poesia... versi ricchi di tristezza... malinconia... ma anche di forza x andare avanti... in alcuni momenti anche struggente... mi rivedo molto nei tuoi versi...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0