accedi   |   crea nuovo account

Anche se

La torre ora è alta la metà,
ma non per questo ti ho dimenticato
eppure, come la torre, qualcosa
svanisce un po' alla volta:
mi allontano dalla realtà
di un paese incantato
e anche se ti penso tutti i giorni,
sì, tutti i giorni,
non vivo più nel mito.
Nel sogno sei con me,
in una realtà d'emozione tangibile
e nella realtà sei un quasi sogno,
connessioni col cuore,
brevi lampi di memoria
che cercano di materializzarti
inutilmente.
Arrivano suoni, immagini, odori
a riportarmi te com'eri:
sono frecce di dolce veleno
che vorrei trattenere.
La torre ora è alta la metà,
ma non per questo ti ho dimenticato:
costruzione fittizia,
da demolire presto,
da possedere a termine,
come un contratto in nero.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Raffaele Arena il 23/12/2011 02:17
    La simbologia della torre come un amore finito che si vuole dimenticare e che si sgretola piano piano grazie al tempo. Purtroppo, per esperienza personale, un mattone di questa torre rimarrà per sempre nel tuo cuore.

11 commenti:

  • Grazia Denaro il 24/01/2012 00:29
    Metafora di qualcosa che è finito, però torna a palesarsi in sogno o da svegli, bella!
  • Anonimo il 18/12/2011 22:48
    Le torri si sa che possono crollare, anche quelle dei sentimenti. Purtroppo, spesso, rimangono solo le macerie generate dalla rabbia, dalla vendetta e dall'odio.
    Mi chiedo se questo sia, per tanta gente che conosco, il vero senso della vita che continua davvero!
  • rosanna gazzaniga il 02/08/2011 22:46
    Bella introspezione; il tempo riesce a ridimensionare tutto. Miti, affetti, dolori, desideri, e ci lascia a volte meravigliati, ma sempre più leggeri. Così ci sarà spazio per il nuovo. e la vita continua...
  • Anonimo il 28/04/2011 09:04
    la torre ora è alta la metà... le cose che un tempo ci sembravano grandi e forti si ridimensionano nel tempo... i miti cadono dai piedistlalli.. questa è la vita... bellissima Elisa
    votata
  • Marcello Insinna il 19/04/2011 19:54
    il mito svanisce, ma il ricordo rimane. molto toccante
  • Don Pompeo Mongiello il 23/01/2011 18:28
    Molto piaciuta ed apprezzata, ma prova a scrivere di più, affinché ti si possa commentare sempre a dovere.
  • Paola Pinto il 08/10/2010 14:24
    Un lento fluire di veleno, flusso infinito a doppio senso!
    Come stricnina alla quale ci siamo abituati poco alla volta ma della quale, una volta privati, non sappiamo fare a meno, così ci facciamo di "metadone"... questo è il nostro metadone!

    Molto bella ELISA, molto autolesionista.
  • giovanna raisso il 06/10/2010 23:57
    una torre di realtà.. incompiuta.. ed oltre solo sogno...
    .. forse da demolire.. forse da costruire ancora.. ma lo si può decidere solo "in cima.."
    ma che bella Elisa
  • loretta margherita citarei il 06/10/2010 16:53
    bella, mi hai fatto pensare alla torre dei tarocchi, in quel gioco arcano di carte che svela misteri, bravissima
  • Laura cuoricino il 06/10/2010 15:21
    Un piccolo capolavoro di tristezza!!!
    'Un quasi sogno nella realtà, connessione nel cuore'...
    Complimenti, Elisa!
    Ciao, Cuoricino!
  • Vincenzo Capitanucci il 06/10/2010 15:05
    Bellissima Elisa... sono frecce di dolce veleno che vorrei tratte nere...

    Quando la metà.. si fa meta...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0