PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Pallida tea

Pallida tea,
fosti
tremante preda
di fauci
lì a strapparti
dal cuore
petali di vita...
Il tuo ultimo
respiro
incontrò l'incubo
ma si pose
come pietà
ad allontanare
gli artigli del male..
e non avesti
più voce,
né sguardo sbarrato,
solo il silenzio
raggiunto
come amico eterno
che, dolorosamente,
t'accoglieva
abbandonata.

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0