PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Era il... 7 Ottobre 1970

Acqua
ancora acqua
poi acqua e fango
a ricoprir ogni cosa.

Un riflesso luminoso
poi un fascio
quindi il bagliore
dello stuolo di angeli.

Angeli con gli stivali
figli di questa città
a riscoprir ogni cosa

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

15 commenti:

  • angela testa il 13/03/2011 16:53
    Sono angeli terreni... bellissimo pensiero...
    bellissime parole...
  • alice costa il 01/11/2010 11:36
    un grazie anche ad Aldo, Don, Fernando, Desirè e Orazio che ha condiviso...
  • Aldo Riboldi il 16/10/2010 22:44
    La memoria storica è una cosa importante, serve a trasmettere ai più giovani e a chi non conosce, anche queste tragedie. "gli Angeli con gli stivali" sono quelli che spontaneamente e senza perdere tempo, si impegnano sino allo stremo per aiutare chi ha bisogno in qualsiasi posto. Il tuo è un bellissimo omaggio a loro e alla tua città!
  • Don Pompeo Mongiello il 14/10/2010 16:44
    Pur essendo originario di zone sismiche ed alluvionali, non ho mai provato sulla propria pelle cose così orribili, ma me le immagino e partecipo sempre al loro dolore. Brava davvero!
  • Fernando Biondi il 12/10/2010 18:02
    bravissima hai descritto benissimo e dolcemente una triste realtà.
    i miei complimenti
  • Orazio Claveri il 11/10/2010 07:25
    Bella Alice, c'ero anch'io a dare una mano. Noi Liguri, introversi, selvatici ed a volte un po antipatici, quando succedono questi disastri sappiamo tirarci su le maniche senza piangerci addosso. Un abbraccio
  • Anonimo il 10/10/2010 00:40
    Un'esperienza tremenda.
    Bella.
  • alice costa il 09/10/2010 10:40
    .. era il 7 ottobre 1970... l'alluvione storica di Genova... toccava prima a Voltri come ricordava Fabio e poi tutta la città veniva sommersa da un fiume di acqua e fango... dal giorno successivo tutti i ragazzi della mia città ... dai più piccoli ai più grandi..." spalarono fango " .. ero una ragazzina ma i ricordi. sono sempre presenti...
    gli amministratori della mia città ... non hanno proprio imparato nulla... basta pensare al 1992 e a pochi giorni fa... qualche volta le piogge sono eccezionali è vero... ma la mano dell'uomo le supera!!!!
    un grazie a tutti per i vostri commenti
  • Daniela Di Mattia il 08/10/2010 10:40
    Certe tragedie non si dimenticano mai. Struggente rievocazione
  • karen tognini il 08/10/2010 08:26
    poesia bella... un ricordo drammatico...

    brava Alice

    un abbraccio
    k
  • Aedo il 07/10/2010 21:15
    Un episodio drammatico che rievochi con abilità espressiva e viva emozione. Brava Alice!
    Ignazio
  • loretta margherita citarei il 07/10/2010 20:40
    bella, la solidarietà nell'emergenza, ben tornata alice
  • vincent corbo il 07/10/2010 19:51
    Molto bella, complimenti.
  • Vincenzo Capitanucci il 07/10/2010 19:20
    nel fango.. si risveglia.. una grande solidarietà...

    Brava Alice... onore ai tuoi concittadini...
  • Fabio Mancini il 07/10/2010 18:20
    Fai riferimento all'alluvione di Voltri, nella quale perirono 14 persone. Forse quell'episodio intenso, drammatico, ti è rimasto scolpito nella memoria, ma non così è stato per gli amministratori locali di altre parti d'Italia che hanno permesso abusi edilizi e lo snaturamento del territorio e dei corsi d'acqua. Nessun uomo politico pagherà per quelle vittime! Un bacio ed un abbraccio alla tua Genova. Fabio.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0