accedi   |   crea nuovo account

Pianto del Joker

Mischia le carte
la vita è arte,
io sono Joker e so cantare,
ma oggi sono solo triste, tanto,
e la mia canzone saprà solo di pianto...

Difficili le parole da trovare, difficile la rima,
niente, niente sarà più come prima.
Ho visto ciò che non si dovrebbe vedere,
ho visto la morte venduta per mestiere,
ho visto in TV una conduttrice accecata
dal miraggio di uno scoop in prima serata.
Non aveva una ruga, non un'esitazione
e parlava e parlava in preda all'eccitazione...
Mentre sembrava che qualcuno l'avesse caricata a molla
io mi sentivo il ghiaccio nel cuore e gambe di pastafrolla.
L'occhio della telecamera inquadrava impietosa
il silenzio di marmo di una mamma dignitosa,
una mamma da sorreggere, da cautelare,
non da immolare sul mediatico altare.
E ancora primo piano su quel volto sfiorito
e domande a rimbalzo, come se fosse un rito...
Cambia l'angolazione, cambia l'inquadratura:
s'affianca il viso della madre a quello della sua creatura...

Sara di quindici anni, Sara non più filmata, Sara solo in fotografia,
Sara, ti giuro che avrei voluto io, tua mamma, portarla via!
Io che son Joker, buffona per mestiere ed al dileggio avvezza,
ho provato nausea, vergogna e un senso di schifezza
per l'impietosa diretta di una TV "monnezza".

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

34 commenti:

  • laura cuppone il 19/10/2013 13:38
    Elisa...
    Se quei volti di c'era e senza rughe avessero perduto l'Amore, la Vita, il Figlio...
    Non si intende ciò che non si prova...
    Finché qualcuno guarderà con avida curiosità la merda tv e chi la fa, si stuprerà la dignità ...
    Sei Joker sensibile e consapevole..
    Poesia rabbiosa col gioco sottile e intelligente di chi fa di uno scritto costruttiva sensibilità !

    Grazie

    Laura
  • Angelo Senatore il 28/03/2012 15:16
    Bellissima complimenti, scrivi molto bene!
  • Grazia Denaro il 24/01/2012 00:25
    Piaciuta, ed anche il contenuto che traspare.
  • Anonimo il 10/07/2011 13:07
    colpito... piaciuta... han detto gl'altri.. ed io concordo.. altri pensieri ti giungano senza bisogno parole... grazie Elisa
  • Noir Santiago il 16/06/2011 17:34
    Barbara D'Urso non la sopporta nessuno. Molto profonde le tue poesie, splendido Joker.
  • Anonimo il 21/03/2011 14:13
    Joker, tu colpisci sempre nel segno! Rara avis! Complimenti

    Ala
  • augusto villa il 03/01/2011 22:37
    È uno scritto molto molto bello...
    Lavorandoci un po' sopra diventerebbe una bellissima poesia...
    È un diamante..."tagliato di fretta"... Ma pur sempre un diamante!!!..
    -----------------
  • Bruno Briasco il 21/12/2010 17:15
    sei riuscita a comuovermi... Sara ti benedice e manda senz'altro una carezza ad un cuore che tanto ha saputo trsmetterne il dolore. Bravissima. BB
  • ELISA DURANTE il 26/10/2010 11:35
    PER MARCELLO. Non spiacerti, tranquillo. Non posso che sorridere di una stroncatura
    di un fine poeta dai versi indimenticabili del tipo <Come una bilia.../Così mi vorticano le palle...> che tanto riecheggiano <Qual masso che dal vertice...> d'ottocentesca, manzoniana memoria.
    Vuol dire che non ti avrò tra i miei venticinque lettori. Pazienza!
  • Marcello Caloro il 25/10/2010 23:00
    Dov'è la poesia? Ho letto qualcuno dei tuoi scritti... La ricerca forzata della rima, lo sforzo per intessere una trama logica, l'incapacità di appassionare il lettore, la retorica e la ridondanza di concetti già espressi centinaia di volte...! Spiacente, per quello che può importarti del mio parere, la mia è una stroncatura.
  • Francesca La Torre il 17/10/2010 20:41
    Hai scritto una poesia stupenda, dove riesci a trattare un tema cosi' importante, ma molto insolito per chi scrive poesie, veramente brava, complimenti, anche perche' si percepisce che l'hai scritta con il cuore pieno di rabbia.
  • Fabio Mancini il 12/10/2010 19:46
    Come si fa a dare l'intera colpa alla tivù, se quando ci cercava l'anima gemella si andava ad Agenzia Matrimoniale, quando servono i soldi, si partecipa ad uno dei tanti quiz a premi, se poi si è alla ricerca del pettegolezzo e della notorietà si va al Grande Fratello, se si cerca il caro scomparso, si va a: Chi l'ha visto? Ormai il mondo mediale, scorre in parallelo con il mondo reale. La morte, la vita e l'amore anche sessualmente parlando, tutto va in diretta! E chi non compare sui teleschermi è morto. Non vive. Si fa presto a dare la colpa alla tivù monnezza, se tutti continuiamo a gettare altra spazzatura (la nostra) sui cumuli della monnezza. Le trasmissioni televisive vivono e muoiono in base agli indici di ascolto. Siamo noi a decidere, cosa vogliamo vedere, ma per favore non diamo sempre la colpa agli altri! Ci vorrebbe più obiettività e meno ipocrisia! Dell'ipocrisia, dovremmo scandalizzarci! Ciao, Fabio.
  • niche chessa il 12/10/2010 18:02
    Naturalmente è stata l'ennesima tv spazzatura, un disgustoso strappare carni in diretta.
    Questa è la tv voluta da chi la guarda e io credo sia meglio non guardarla più , è pornografia di sentimenti.
  • vincenzo rubino il 11/10/2010 19:12
    brava perchè hai scritto senza fronzoli e senza troppe costruzioni quello che sentivi, sono questi gli scritti che preferisco.. a presto
  • ELISA DURANTE il 10/10/2010 20:59
    Grazie ancora di cuore a tutti quanti e a tutti un forte abbraccio.
  • Anonimo il 10/10/2010 18:58
    complimenti!! Non era facile trasmettere il tuo importante messaggio (peraltro da me condiviso al 100%) trovando rime sensate.

    Complimenti ancora!
  • natascia corsini il 10/10/2010 11:04
    Molto forte... c'è da dire che rispecchia un po' quello che tutti abbiamo pensato guardando la faccia di quella povera donna. Non è piaciuto nemmeno a me com'è stata commercializzata la morte di Sarah ma non mi sento di giudicare del tutto la madre... forse non si rendeva nemmeno conto cosa era accaduto, forse è sotto shock, ricordiamoci che al dolore non tutti reagiamo nella stessa maniera! Speriamo che questo smercio di omicidi in televisioni non si ripeta nella stessa maniera, lasciamo che questi poveri morti riposino in pace.
  • Aedo il 09/10/2010 14:23
    Con grande intensità emotiva trasmetti la tua rabbia verso un mondo deprimente e assurdo. Brava!
    ignazio
  • karen tognini il 09/10/2010 09:31
    Un mondo ormai pietosamente in declino...
    La tv... non la guardo quasi mai... mi fa schifo...
    bellissima poesia...
  • Paola Pinto il 08/10/2010 14:32
    Come un gregge di mucche siamo ormai trattati e considerati!
    Ci tengono in gabbia tutta la vita ci nutrono con sintetici, ci iniettano nella mente surrogati inventati... ci portano al macello!... e poi ci espongono nel banco macelleria!!!
    ... e le vittime?... le vittime siamo noi e ci sbraniamo l'un l'altro!!!
    Grazie ELISA per questa pietra che timidamente hai scagliato, tutti dovremmo inferocirci e con i sacchi di pietre che abbiamo sulla schiena, lapidare materialmente chi le sue pietre le ha passate a noi... tutti dovremmo farlo tutti!!!
  • GUIDO EDOARDO ORBELLI il 08/10/2010 12:12
    cara elisa hai saputo davvero "disegnare" con i tuoi bei versi quello che forse titti abbiamo pensato. l'importante è far spettacolo anche davanti alla morte. è un caso per il quale ieri ho già disquisito ampliamente su f. b. e non ho più parole, né per la TV immondizia né per quell'assassino per il quale non provo pietà alcuna. la figura della madre è stata quella più sfruttata...
    brava elisa
  • vincent corbo il 08/10/2010 07:11
    Sono stati pesanti e ingiusti nei confronti di una vicenda sconvolgente. Ormai i giornalisti non conoscono più il significato della parola "rispetto".
  • ELISA DURANTE il 08/10/2010 00:48
    Grazie a tutti per la condivisione. Io non ho potuto chiudere la TV, DOVEVO sapere dove può arrivare una giornalista, una regia: ora che lo so sono più dura, sono ferita.
    Per fortuna amo leggere. Buonanotte!
  • Dolce Sorriso il 08/10/2010 00:14
    concordo con te... non ho parole solo un grande senso di schifo...
    bravissima
  • tania rybak il 07/10/2010 23:48
    cara Elisa, la TV vendo solo le risa... gambe lunghe e pettegolezzi, perciò hai fatto bene definirla monnezza... ho rinunciato da un po' di tempo di guardare, quel che mi resta, quando posso è pregare... che possa quel angelo biondo essere abbracciato dal BUON DIO e noi, qui restanti le diremmo addio... vola piccola Sarah, il cielo ti accoglierà e non conoscerai più il male... troppo spesso si vende la sofferenza, cè chi soffre davvero e cè chi osserva, con assoluta indifferenza... un abbraccio
  • Paola B. R. il 07/10/2010 23:19
    Bravissima,
    poesia da brividi...
    nessun rispetto, oramai...
  • Viky D. il 07/10/2010 23:12
    Bravissima, condivido in pieno la tua denuncia!
  • bruno guidotti il 07/10/2010 22:38
    Bellissima poesia, sia per quanto riguarda la composizione: tempi veloci ed essenziali, sia per quanto riguarda la capacità di narrare il fatto, di cui conosciamo il triste esito.
    Come al solito concludo facendoti i miei complimenti. Un caro saluto, Bruno.
  • Anonimo il 07/10/2010 22:19
    Brava a denunciare, a rendere pubblica la tua protesta. Complimenti... ben stesa...
  • laura marchetti il 07/10/2010 22:01
    BRAVISSIMA! HO ASSISTITO ALLA TRASMISSIONE IN DIRETTA E SONO RIMASTA SCONVOLTA... NON MI ASPETTAVO DALLA RAI UN COMPORTAMENTO SIMILE... SENZA ALCUN RISPETTO DEL DOLORE... HO GIRATO CANALE CON LA MORTE NEL CUORE... IL DIO ASCOLTO CONTA PIU' DELLA MORTE
  • Elisabetta Fabrini il 07/10/2010 21:41
    Io non ho seguito la diretta...è sconcertante... ma contro il dolore c'è solo il silenzio...
  • Anonimo il 07/10/2010 21:16
    io, per fortuna, non l'ho vista.
    leggevo...
    Cormac Mc Carthy "La strada"... decisamente meglio...
    spegnere la tv, please...
  • Barbara Scarinci il 07/10/2010 20:51
    Elisa, l'ho vista anche io e sono rimasta altrettanto sconcertata, ormai la Tv non ha più rispetto di nulla tanto meno del dolore altrui.
    Nemmeno in casi come questo in cui sì, che ci sia la notizia, ma poi segua il doveroso rispetto.
    Una tragedia incommentabile che lascia allibiti e pieni di rabbia.
    ciao Barbara
  • Don Pompeo Mongiello il 07/10/2010 20:50
    Sono finiti i Caroselli, sono finiti i mejo de la TV, ma la vita continua e siccome noi non siam finiti gridiamo al mondo sta schifezza che deve pur finir. Cinque stelle e vai con il Signore!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0