PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Zanzaratigre

Demone sexy o oh
ragazza zanzaratigre
con passione insidiosa
vendetta sublimata
dietro lame con cui
mi guardi adesso
passa attraverso
anche l'aroma di erba
ora tira aria quieta
nella grotta dell'io
livello dei due metodi
per far l'odio, comunque
ogni mano non sfoca
ogni sguardo non sfila
il pungiglione che agita
come se volesse
ipnotizzarmi o oh
zanzaratigre
ti han messa lì apposta
per distrarmi
zanzaratigre
metti brace
ai nostri agguati
zanzaratigre o
ragazza tocco di fata
nel mio piano bar
spilla con noia
la sete e la muffa
e non paghi se prima
non ti ha succhiato
tutto il sangue.

 

2
2 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 24/05/2013 14:24
    sinceramente non ho capito perché questa poesia sia finita in quelle dedicate alla maternità. Boh

2 commenti:

  • G. Von D. il 07/11/2010 16:33
    eh, il fascino delle bariste..
  • vasily biserov il 09/10/2010 19:15
    bella questa metafora, la ragazza zanzaratigre

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0