PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Prendimi l'Anima

La tua debolezza volli
far dissolvere e per adempiere
alla mia missione di medico,
t'amai d'un amore tenero.
Mi aprii a te, e tu svelasti
un mondo che prima era scisso,
nascosto in sé. Prendimi l'anima,
ti chiesi, e tu prendesti la mia anima,
il mio cuore e il mio sesso.
La tua mente ed il tuo cuore
si dischiusero, come un fiore
che dopo aver preso tanta acqua,
viene coccolato dai raggi del sole.
Così il tuo nome è nella storia,
accanto al mio, per sempre:
Carl Gustav Jung e Sabina Spielrein.

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Barbara Scarinci il 12/10/2010 21:56
    Una bella poesia con finale a sorpresa
    Ciao Fabio
  • ELISA DURANTE il 12/10/2010 10:37
    Il titolo è anche quello del film sulla celebre coppia, ma mi è venuto in mente solo alla fine; prima, mi sono fatta incantare dalla dolcezza e profondità delle parole.
  • Dolce Sorriso il 11/10/2010 21:58
    sei sempre una bella sorpresa... bella poesiaaaaaaaa
  • Anonimo il 11/10/2010 20:28
    Bella la sorpresa finale! Junghiana fin dal titolo. 1 saluto

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0